AMALFI

METEO A CURA DEL SITO www.mikivettica.net

-Duomo_di_Amalfi_small.jpg

IL DUOMO DI AMALFI

Costiera-amalfitana_small.JPG

AMALFI PANORAMA

Amalfi-con-bouganville-foto_small.jpg

Amalfi-Amalfi_small-copia-1.JPG

Costa-Amalfi_small.jpg

Profilo

  • Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it
  • GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net
  • curioso mattinierocurioso

FOTO VARIE

immagini8.gif

immagini5.gif

immagini15-copia-1.gif

immagini27-copia-1.gif

immagini35.gif

immagini48.gif

immagini45.gif

Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 18:59

397292 104896189669319 1023336315 nDI MICHELE PAPPACODA Anche Napoli è stata investita dal mal tempo che in questi giorni sta imperversando in tutta Italia. In particolare la zona flegrea, con decine di telefonate ai vigili del fuoco per richieste di soccorsi. La pioggia che si sta riversando dalla mattinata ha creato tanti disagi a Pozzuoli, con strade allagate e problemi alla viabilità. Al momento, fanno sapere le autorità, non ci sono situazioni gravi e gli interventi riguardano soprattutto gli allagamenti degli scantinati.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : CAMPANIA NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 15:47

http://www.ilmattino.it/MsgrNews/MED/20141126_60791135.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

Gricignano. Approda in tribunale la vicenda di Francesca Oliva, la 29enne di Gricignano al sesto mese di una gravidanza trigemellare, morta il 24 maggio dopo un taglio cesareo effettuato d'urgenza nella clinica Pineta Grande di Castel Volturno, dove la giovane era arrivata qualche giorno prima con febbre alta e dolori addominali. Il primo bimbo venne alla luce già morto, in uno stato «macerato», quindi morto già da diversi giorni. Questa la motivazione che avrebbe provocato l'infezione e il decesso sia della Oliva che dell'altra bambina, Giorgia, deceduta il giorno dopo. Si è tenuto davanti al Giudice per le indagini preliminari, Sergio Enea, l'incidente probatorio per l'espletamento di perizia medico-legale. Sono 18 le persone indagate, tra medici e specialisti, che hanno assistito la 29enne sia all'ospedale San Giuliano di Giugliano che alla clinica Pineta Grande. Tra di loro anche il ginecologo privato che assisteva la donna, medico al San Giuliano. Difesi dall'avvocato Raffaele Costanzo, si sono costituiti parte civile il marito, Alessandro Puca, e i genitori, Salvatore e Gianna. Per l'espletamento della perizia è stato nominato il professore Pasquale Martinelli . Tre i quesiti posti dal gip al consulente: accertare la natura e le patologie cui era affetta la donna, nonché le cause del decesso con i due bambini a seguito delle cure presso l'ospedale San Giuliano, la clinica «Hera» e la Pineta Grande, verificare l'eventuale responsabilità dei sanitari specificando i profili di colpa in ordine alla errata diagnosi e alla non tempestiva o corretta terapia e, infine, la sussistenza del nesso causale fra la condotta dei medici e la morte. L'esame ed il controesame del perito sono stati fissati per il 30 marzo. Intanto, l'unica bambina sopravvissuta, Maria, dopo varie operazioni eseguite all'ospedale Santobono di Napoli è potuta tornare a casa tra le braccia del papà e dei nonni.

IL MATTINO

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : PRIMO PIANO E ANTEPRIMA - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 15:36

http://www.ilmattino.it/MsgrNews/MED/20141126_clipboard01.bmp

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

Palma Campania. La Guardia di Finanza si è già messa all'opera: ha convocato chi ha presentato denuncia ed ha avviato le indagini. È già caccia aperta, dunque, all'uomo che, fingendosi un rappresentante delle forze dell'ordine, avvicina i migranti in strada, minaccia di cacciarli nei guai e poi chiede dei soldi per mettere tutto a tacere. Il luogo della tentata truffa è Palma Campania, cittadina del comprensorio nolano che si caratterizza da qualche decennio per una significativa presenza di cittadini del Bangladesh. Una ondata migratoria gestita con molte difficoltà e qualche problema di integrazione: cresciuti numericamente, i bengalesi sono spesso visti come nemici, mal sopportati dalla popolazione locale. La presunta truffa, però, c'entra poco con l'integrazione: il malvivente mira a guadagnare dei soldi contando sulla paura degli stranieri, molti dei quali clandestini. A far scattare le indagini è stata una denuncia presentata da un cittadino del Bangladesh che è anche dirigente della Sia–Confsal, un sindacato che a Palma Campania segue da vicino le questioni dell'immigrazione. Lo straniero, 38 anni, ha raccontato di essere stato avvicinato all'altezza di via Macello da un uomo che ha esibito un tesserino della Guardia di Finanza e si è presentato come militare. L'uomo ha chiesto i documenti, poi ha aggiunto: «Dammi cento euro o verbalizzo qualcosa che può danneggiarti». Il 38enne, però, ha subito provato a telefonare ai carabinieri: la circostanza ha spaventato il presunto truffatore che è scappato via. Ma l'episodio non sarebbe isolato: i rappresentanti del sindacato raccontano che la stessa vicenda è capitata anche ad almeno una decina di altri extracomunitari. Non solo, agli atti delle forze dell'ordine c'è anche un'altra denuncia, presentata da un bengalese che ha persino tirato fuori i soldi, prima di accorgersi che stava subendo una truffa. La Guardia di Finanza ha già raccolto la testimonianza del bengalese che ha presentato la prima denuncia ed hanno avviato una serie di accertamenti. Le attenzioni starebbero concentrandosi su una macchina nera, vista più volte a Palma Campania proprio nelle zone maggiormente frequentate dagli extracomunitari ed in particolare dai cittadini del Bangladesh. Non sarà semplice risalire al falso finanziere, ma le forze dell'ordine non stanno trascurando alcuna pista.

IL MATTINO

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : CAMPANIA NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 15:28

http://www.ilmattino.it/MsgrNews/MED/20141126_scuola1.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

Due supplenti napoletane, Raffaella Mascolo e Carla Napolitano, ottengono la condanna dell’Italia davanti alla Corte di Giustizia europea e aprono la strada ai ricorsi dell’esercito dei precari (circa 250 mila secondo i sindacati) che potranno chiedere assunzioni e ricostruzione di carriera. Le due precarie del settore amministrativo si erano rivolte al magistrato per ottenere il riconoscimento dei propri diritti. La Corte costituzionale e il Tribunale di Napoli hanno chiesto alla Corte di giustizia se la normativa italiana sia conforme all’accordo quadro sul lavoro a tempo determinato, in particolare, se quest’ultimo consenta il rinnovo di contratti di lavoro a tempo determinato per la copertura di posti vacanti e disponibili, in attesa dei concorsi. Ieri la Corte si è pronunciata definendo inaccettabile il sistema italiano anche perché, sottolinea il documento dell’ufficio stampa che ha diffuso la pronuncia, a seconda degli anni e delle fonti, una percentuale tra il 30%, e il 61 % del personale amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole statali sarebbe impiegato con contratti a tempo determinato. Mentre tra il 2006 e il 2011, il personale docente avrebbe rappresentato tra il 13% e il 18% di tutto il personale. E non solo: nessuna concorso è stato organizzato tra il 2000 e il 2011. La Curia sottolinea che saranno adesso i tribunali nazionali a doversi pronunciare adeguandosi alle norme europee.

IL MATTINO

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : CAMPANIA NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 15:12

http://www.ilmattino.it/MsgrNews/MED/20141126_matrinofff.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

San Cipriano d'Aversa. Funerali questa mattina presso la chiesa Santissima Annunziata di Raffaella Martino, la giovane donna trovata senza vita lo scorso 19 novembre nel suo letto. Dopo sette giorni finalmente la salma viene restituita ai suoi cari dopo essere stata sottoposta ad indagini per accertare la causa del decesso. Le analisi relative ad un possibile caso di meningite hanno dato esito negativo, come già era stato pubblicato da Il Mattino. Un'associazione nata solo dal fatto che la donna lavorava presso la segreteria dell'ITC di Casal di Principe dove a fine ottobre si è verificato un caso di meningite che ha avuto un seguito positivo con la guarigione della studentessa colpita. Una morte al centro di polemiche e di insinuazioni fatte soprattutto su facebook che hanno accresciuto il dolore dei suoi familiari. «Intorno a mia figlia troppe chiacchiere, talvolta anche inappropriate e senza senso – ha detto la mamma di Raffaella Martino tra le lacrime – Troppo rumore considerando la sua esistenza riservata. Abbiamo vissuto il dramma nel dramma e c'è stato chi ci ha marciato e chi ha gratuitamente fatto allusioni e illazioni. Sono davvero dispiaciuta, mia figlia è un angelo vittima di un fato assurdo. Fortunatamente per la comunità lei non è stata colpita da meningite ma resta comunque il fatto che si è spenta ad una giovanissima età e questo dovrebbe indurre le persone a riflettere sul senso della vita e non sputare veleno sulle disgrazie altrui». Non si conoscono ancora le cause della morte di Raffaella Martino, non si è trattato di infarto né di aneurisma. I risultati finali e definitivi saranno comunicati ai familiari entro sessanta giorni. «Ringraziamo comunque – aggiungono i familiari – tutte le persone che ci hanno espresso solidarietà e i tanti che ci sono stati vicini».

IL MATTINO

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : CAMPANIA NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 14:58

http://www.ilmattino.it/MsgrNews/MED/20141126_6200989.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

Caivano. Guai giudiziari per Mimma Guardato, la mamma di Fortuna, la bimba della Parco Verde, uccisa dopo essere stata scaraventata nel vuoto dall'isolato tre delle palazzine popolari, il 24 giugno scorso. Mimma Guardato è rimasta coinvolta nella maxi operazione Che ha visto finire in carcere 56 persone per associazione a delinquere finalizzata alla fabbricazione e spaccio di monete falsificate. Ieri mattina, dopo una perquisizione nella sua abitazione al parco verde, i militari le hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare riferita alla divieto di dimora nel Parco Verde.

IL MATTINO 

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : CAMPANIA NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 13:38

http://www.leggo.it/MsgrNews/PANORAMA/20141126_letterabimbo.jpg.pagespeed.ce.paUSitbRmU.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

«Bailey, verresti a casa mia? Possiamo giocare insieme. Per me sei bella come una coccinella o un cavallo». Questo l'incipit di una lettera scritta ad una compagna di classe dal piccolo Bennet Skinner, 4 anni, e diventata virale sul web dopo che la mamma l'ha postata sul social network Reddit. «Potresti venire a casa mia e mangiare formaggio con me» - si legge ancora nella lettera - «ti amo e ho perso un dente questa notte. Mi piacerebbe fare un trucco di magia per te e tu potresti vedermi mentre faccio le battaglie dei robot».La lettera ha subito conquistato il web e Jennifer, la mamma di Bennet, ha spiegato come è nata a Buzzfeed: «Mio figlio mi ha visto scrivere un'e-mail a un amico e ha deciso di fare lo stesso con Baily. Non fa altro che parlare di lei e di quanto gli piacciano i suoi capelli biondi. Tra poche settimane Bennet compirà cinque anni e faremo una festa a tema con cavalieri e principesse, non vede l'ora di vedere Baily vestita da principessa. E comunque, Bennet è stato il primo bimbo della sua classe a perdere un dente: come può non fare colpo su di lei?». Solo dopo l'intervista di Buzzfeed si è scoperto che il piccolo Bennet soffre di cancro da quando ha sei mesi. La mamma racconta: «Lo stiamo curando, ma dobbiamo fare spesso dei controlli e non è semplice per nessuno. Questa storia della lettera è stata una fantastica distrazione».

LEGGO.IT

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : NEWS ITALIA E DAL MONDO - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 13:27

http://www.leggo.it/MsgrNews/PANORAMA/20141126_protestefc.jpg.pagespeed.ce.SajMhU096A.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

Non si placa l'ira dei cittadini americani di fronte al mancato rinvio a giudizio per Darren Wilson, l'agente di polizia che ad agosto uccisa a Ferguson il 18enne Michael Brown. A Ferguson, a Chicago e a New York a Washington, a Baltimora, San Francisco, Seattle e molte altre grandi città americane, centinaia di migliaia di persone sono scese in strada per la seconda notte di seguito, bloccando ponti, tunnel e autostrade per protestare. A Ferguson, dove il governatore del Missouri Jay Nixon ha fatto affluire i rinforzi per la Guardia Nazionale, la tensione è altissima e già in serata alcune persone sono state arrestate. A New York una folla si è riunita nel tardo pomeriggio a Union Square e, scandendo il nome Michael Brown e slogan come «un distintivo non è una licenza di uccidere», ha iniziato a marciare, arrivando fino al Lincoln Tunnel e bloccandone l'entrata per una ventina di minuti. Bloccate anche diversi altre arterie della città, mentre diverse persone sono state arrestate.A Washington, un gruppo di manifestanti hanno inscenato un 'die-in', sdraiandosi in terra e fingendosi morti davanti ad alcune stazioni di polizia, per quattro minuti e mezzo. «Per simboleggiare le quattro ore e mezza che Michael Brown è rimasto sull'asfalto dopo essere stato ucciso», ha spiegato uno di loro. A Boston i manifestanti si sono diretti verso l'autostrada, bloccando le rampe di accesso alla Massachusetts Avenue. E ancora, manifestazioni in centro ci sono state anche a Philadelphia, Minneapolis, Seattle, Atlanta e Chicago, dove oggi era peraltro in visita il presidente. In un intervento nella sua città, Obama ha ripetuto che «il problema non è solo un problema di Ferguson, è un problema dell'America». E se una parte della comunità americana non si sente benvenuta o trattata equamente, ha detto ancora, la cosa mette tutti a rischio. E condannando le violenze della notte di lunedì a Ferguson ha affermato che «dare fuoco ad edifici, bruciare auto, distruggere proprietà» sono reati che devono essere perseguiti. Tuttavia, ha anche detto, «le frustrazioni che abbiamo visto non sono solo per un particolare incidente, hanno radici profonde in molte comunità».

LEGGO.IT

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : NEWS ITALIA E DAL MONDO - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 12:45

LUISA MAIURI 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

397292 104896189669319 1023336315 nINSERITO DA MICHELE PAPPACODA Il vice sindaco di Castellabate ancora non si è dimessa.In paese si era sparsa la voce che la vice sindaco si sarebbe dimessa come chiede la gente dopo l’investimento di un anziano travolto ed ucciso accidentalmente  la scorsa settimana da due auto quella di Ippolito che si è fermato e quella appunto di Luisa Maiuri che invece,come dimostrano le immagini delle telecamere e alcune testimonianze,non si è fermata ed è stata successivamente avvertita di quanto era successo. Questa versione,peraltro buonista della vicenda, dimostra che poi l’opinione pubblica non ha colpevolizzato più di tanto il noto politico locale ma lo invita a dimettersi come abbiamo fatto anche noi dalle pagine del nostro sito.I fatti dicono che Luisa Maiuri con la sua auto ha travolto l’anziano Giuseppe Spinelli dopo che lo stesso anziano è stato investito anche da Ippolito. La Maiuri non si è fermata e sta qui il punto. Emerge la questione morale che a Castellabate in questi giorni viene sollevata. Non si tratta di un normale cittadino che si sottopone solo agli obblighi di legge ma di un vice sindaco.La Maiuri così come Ippolito è stata messa sotto inchiesta dalla procura ma questo è un aspetto si rilevante per la dinamica ma riguarda il personale e sarà poi la giustizia a fare il proprio corso.A Castellabate si chiedono le dimissioni per rispetto alla famiglia del povero Spinelli,per affermare il principio che chi sta in politica ha delle responsabilità comuni che la Maiuri,fra l’altro,ha sempre ottemperato con serietà e perbenismo.Le dimissioni sono un atto dovuto da parte di Luisa Maiuri.Il sindaco di Castellabate sulle dimissioni ancora tace ma se non dovessero arrivare dovrà essere lui a prendere provvedimenti.

 Sergio Vessicchio AGROPOLINEWS

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : CILENTO NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 12:43

http://www.leggo.it/MsgrNews/PANORAMA/20141126_c2_c9.jpg.pagespeed.ce.adZyI2iBZX.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

Lo zaino in spalla e la paura d'esser colpito da bottiglie e pietre. Succede a Torrevecchia, a ridosso di un campo nomadi. Dopo due anni di tregua, torna la preoccupazione. «I ragazzi entrano ed escono da scuola tra gli insulti, le offese. Spesso i rom gli lanciano anche bottiglie e sassi, a volte sono costretti a vedere gente che fa i bisogni». Torna difficile la convivenza nei pressi del campo rom di via di Cesare Lombroso tra chi frequenta la succursale del Tacito in via Vinci e i due istituti Alberghieri. «Negli ultimi giorni - racconta un dirigente scolastico - alcuni ragazzi provenienti dal vicino insediamento sono entrati a scuola, a bordo di un motorino rubato anche di giorno, durante l'orario scolastico. Hanno aspettato che si aprisse il cancello, per entrare e scorazzare qui dentro, quando i bidelli se ne sono accorti, uno è scappato scavalcando, l'altro è stato bloccato. Poi i carabinieri li hanno identificati. Ma la situazione comincia a preoccuparci. Entrano ed escono, non sappiamo bene che cercano. Noi e le famiglie abbiamo paura per la sicurezza degli alunni». LA CONVIVENZA Degrado, sporcizia, sono da tempo un problema nella zona ma ora vicino al ginnasio e ai due istituti alberghieri, si teme per la sicurezza. «Anche se la convivenza è stata tutto sommato sempre tranquilla - spiega Andrea Montanari, capogruppo della lista civica Marino in XIV Municipio - nonostante le tre scuole superiori confinino con il campo. Ora le incursioni cominciano a preoccupare, stiamo facendo un lavoro di controllo importante per riportare la legalità nel quartiere, l'anno scorso due ragazzi sono stati derubati del cellulare, serve una presenza ancora maggiore». Per Montanari è necessario un controllo più forte, «ci sono tre scuole attaccate a un campo: c'è poco da aggiungere» e chiede al prefetto «a nome della maggioranza, che venga presidiato il territorio». Intanto per un mese, tra ottobre e novembre grazie all'impegno dei vigili e delle forze dell'ordine «siamo riusciti a impedire il mercato domenicale non autorizzato che fanno dentro il campo rom dove viene esposta merce di dubbia provenienza e rifiuti naturalmente». I FUMI TOSSICI Furti, roghi, abbandono: c'è anche un altro problema che contribuisce al degrado e ad accrescere il senso di insicurezza. Sembra che i nomadi brucino i copertoni delle auto e la plastica, in modo da ottenere il rame. Ma anche le montagne di rifiuti accatastate vicino al campo, nelle ampie distese del municipio. «I fumi che si sprigionano dai materiali bruciati nella notte che rendono l'aria irrespirabile». Enormi nuvole di fumo si alzano a Monte Mario, Torresina, Torrevecchia, vengono dai campi rom. Il giorno dopo, lo scenario è sempre lo stesso: altri rifiuti vanno a coprire l'erba bruciata. «BARRICATI IN CASA» «Talmente alte e grandi che si vede benissimo da dove arrivano, si può benissimo risalire ai responsabili. I fumi tossici assediano le abitazioni, i cittadini sono preoccupati. Anche per questo chiediamo un presidio della forza pubblica». I residenti sono esasperati: «Appena sentiamo quell'odore acre ci barrichiamo in casa, ma così ci intossicano, abbiamo paura per la nostra salute». E un altro: «Tutte le sere bruciano la mondezza, nel cuore di Monte Mario, ci sono discariche a cielo aperto di fianco al campo nomadi, è una situazione vergognosa, non dipingeteci come razzisti». Materassi, cartoni, rifiuti, mobili: «C'è una distesa di rifiuti a fianco alle baraccopoli, la sera gli abitanti del campo accendono i falò e i nostri figli si devono respirare questo schifo».

LEGGO.IT

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : NEWS ITALIA E DAL MONDO - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 12:40

7cc0f33eb9c0674acc2f180feaaaee88

397292 104896189669319 1023336315 nINSERITO DA MICHELE PAPPACODA Rapinato mentre è in compagnia di una prostituta. Vittima un ragazzo di 20 anni, di Agropoli. Ieri sera, verso le 23, è stato rapinato e picchiato da tre uomini, magrebini, stando al suo racconto, che hanno assaltato la sua auto mentre in via Magellano, a Pontecagnano, in zona litoranea, era appartato con una prostituta. I tre, incappucciati, hanno sfondato il vetro della vettura e gli hanno intimato di consegnare gli oggetti di valore che aveva con sé. Il ragazzo ha così ceduto il portafogli con dentro venti euro. Troppo poco, forse per i tre rapinatori, che prima di fuggire lo hanno colpito con un bastone.Nulla di grave per il 20enne, medicato sul posto dai volontari del Vopi e poi accompagnato in ospedale per gli accertamenti del caso. Sul posto i carabinieri della stazione di Pontecagnano e della Compagnia di Battipaglia. I militari del cap. Giuseppe Costa hanno ascoltato anche la giovane prostituta che era in sua compagnia. Sono in corso indagini per risalire all’identità dei tre rapinatori. La vicenda riporta alla mente la brutale aggressione subita da una coppia di fidanzati battipagliesi il 6 ottobre scorso, in via Idrovora a Battipaglia. I due furono rapinati ed aggrediti brutalmente da due uomini mentre erano fermi in auto. Il giovane, colpito alla testa con un bastone, rischiò di perdere la vita.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : SALERNO E PROVINCIA NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 12:36

http://www.leggo.it/MsgrNews/PANORAMA/20141126_1463301-pioggia.jpg.pagespeed.ce.ZGMIeaSvEd.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n INSERITO DA ANGELA CECERE

ROMA - Dopo qualche giorno di tregua il maltempo torna sul Mediterraneo con il ciclone Medea,che porterà molta pioggia e un calo delle temperature. «Fino a domenica una debole perturbazione atlantica raggiungerà il Nord e il Centro portando molte nubi, un calo termico di 2/4° e deboli precipitazioni che però risulteranno più consistenti e localmente forti sul Piemonte occidentale e inizialmente sulla Liguria. Venti di scirocco anche moderati o forti spireranno su tutti i nostri mari. LE PREVISIONI Tra venerdì e sabato avremo un certo miglioramento con piogge sempre sul Piemonte finché domenica arriva il ciclone Medea». Il ciclone, spiega ilmeteo.it, «arriverà dalla Spagna ed inizierà a portare piogge al Nord ed entro la tarda sera di domenica anche al Centro e al Sud. Lunedì avremo maltempo generale su tutta la Penisola con possibili nubifragi sul Lazio, Campania e Calabria tirrenica poi farà sempre più freddo».

LEGGO.IT

26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : NEWS ITALIA E DAL MONDO - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 12:31

EBOLI PIAZZA DELLA REPUBBLICA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

397292 104896189669319 1023336315 nINSERITO DA MICHELE PAPPACODA Spacciava droga in piazza della Repubblica, ad Eboli, tra gli studenti che si recavano a scuola. I carabinieri hanno notato la scena e hanno arrestato il pusher. Si tratta di un incensurato ebolitano che domani mattina sarà processato con rito direttissimo. L’udienza si terrà al tribunale di Salerno. I militari sono intervenuti nella piazza centrale del paese con le unità cinofile. Lo spacciatore era in possesso di diverse dosi di marijuana e di cocaina. Dopo l’arresto, i carabinieri con il capitano Cisternino si sono recati a casa del pusher dove è stata effettuata un’altra perquisizione. Durante i controlli, tra ieri sera e stamattina, i carabinieri hanno compiuto diverse operazioni. A colpire l’opinione pubblica è il sequestro di automobili sprovviste del tagliando assicurativo. Ogni giorno sono almeno tre i conducenti d’auto che finiscono nella rete degli investigatori. Il costo delle assicurazioni per le auto in Campania è elevatissimo, rispetto al resto d’Italia. Così molti giovani, ma anche diversi padri di famiglia, preferiscono rischiare e sfidare la legge, girando in auto, spesso per lavoro, ma senza tagliando assicurativo. I carabinieri, infine, hanno arrestato un tunisino che passeggiava in pineta, nonostante fosse agli arresti domiciliari.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : SALERNO E PROVINCIA NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 12:19

10808179_263069863863346_881613023_n.jpg

10686722 10205169168052467 5899707854002065582 n DI ANGELA CECERE

«Non l’ho vista, non l’ho vista, non l’ho vista». Da lunedì mattina Pietro Bottiglieri, l’autista del bus della linea Sita Olevano-Battipaglia-Fisciano che ha travolto ed ucciso Francesca Bilotti, non fa altro che ripetere questa frase, come fosse una litania, intervallandola a decine e decine di sigarette. «Avrà fumato tre pacchetti da 20 in un’ora», racconta un parente di Francesca che, come il nonno, è un’autista della società di trasporto pubblico e che lunedì pomeriggio ha incontrato l’autista 62enne residente a Salerno. «È un uomo sconvolto dal dolore, è distrutto». Lunedì, dopo essersi sottoposto volontariamente ai testi alcolemici e tossicologici, sarebbe andato anche a Giffoni per incontrare la famiglia di Francesca.«Ma – racconta ancora il collega – arrivato in centro non ce l’ha fatta e se n’è andato via». Tra cinque mesi sarebbe andato in pensione. Era un autista esperto, attento, mai un problema, mai un incidente. Eppure lunedì è successo quello che non doveva succedere. La ricostruzione delle forze dell’ordine, avvalorata anche dalle immagini delle telecamere di sicurezza del terminal di Fisciano, però dicono che l’errore umano potrebbe esserci stato.A sostenerlo è anche il direttore della Sita Sud, Simone Spinosa. «Ma – ha aggiunto – lui ha capito cos’era successo solo nel momento in cui il pullman è sobbalzato curvandosi sul fianco sinistro perché sotto c’era il corpo di Francesca. Il trambusto degli studenti – molti dei quali erano anche in piedi, rendendo difficile se non nulla la visuale negli specchietti retrovisori – e i rumori del mezzo hanno sovrastato ogni possibile urlo o lamento della studentessa 23enne».Nessuno, insomma, se la sente di puntare il dito dell’accusa contro di lui. Questo spetterà alla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore che sta seguendo le indagini. Ora c’è solo il dolore, insopportabile, di un uomo – anch’egli padre – distrutto per una tragedia immane. È distrutto anche Spinosa. «Non ci sono parole – ha detto -, conoscevo benissimo il papà della ragazza, che è socio della Cotrac di cui sono presidente e conoscevo bene anche il nonno paterno, che era stato a suo tempo autista della Sita. E poi – ha proseguito – sono addolorato soprattutto perché anche io, come i genitori di Francesca, ho dei figli che studiano all’università di Fisciano e questa cosa non sarebbe dovuta accadere». Che però è successa. E ora ci si interroga sulle cause e, soprattutto, su come prevenire in futuro episodi del genere. Da più parti, specie tra gli studenti, sono arrivate diverse denunce sull’inadeguatezza del terminal dell’ateneo, affollato quotidianamente da decine di bus e centinaia di persone.Il rettore Tommasetti avrebbe in mente già un piano che dovrebbe stravolgere l’attuale gestione del terminal. Ma, per ora – anche se è stato sollecitato dalle domande dei cronisti all’ingresso della chiesa dell’Annunziata prima di prendere parte alle esequie della studentessa di Giffoni – ha preferito evitare l’argomento, limitandosi a rispondere che l’università «potrebbe costituirsi parte civile» in un eventuale processo. Dalla Sita, invece, qualcosa si stava muovendo proprio in questi giorni. Il direttore Spinosa ha infatti rivelato di aver scritto una mail, giovedì scorso, al rettore e al responsabile della logistica per chiedere un incontro nel quale discutere possibili soluzioni. «Ma – ha constatato amaramente il numero uno della società di trasporto pubblico – non c’è stato neanche il tempo materiale e quella mail, forse, non l’avevano ancora neanche letta»

  26.11.2014.

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : PRIMO PIANO E ANTEPRIMA - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti
Wednesday 26 november 2014 3 26 /11 /Nov /2014 12:13

minori 1397292 104896189669319 1023336315 nINSERITO DA MICHELE PAPPACODA Il Comune di Minori e la Sicme Energy e Gas srl illuminano il Natale in Costiera amalfitana.Stasera Mercoledì 26 novembre 2014 alle ore 20,00, in piazza Umberto I a Minori è di scena lo spettacolo della tradizione con l’accensione delle luminarie natalizie che quest’anno sono particolarmente curate. Protagonisti della serata gli alunni dell’Istituto comprensivo di Minori e le associazioni artistiche e culturali della Città del Gusto, che insieme al sindaco di Minori Andrea Reale e all’amministratore delegato della Sicme Energy e Gas srl, Pierluigi Punzi, daranno il via all’evento: l’accensione del grande albero di Natale e di tutte le luminarie installate nel centro storico e nei vicoli di Minori, con splendenti note musicali a sottolineare l’importanza della musica come linguaggio universale di comunicazione tra i popoli. L’ormai classica “La luce del Natale” minorese ha quest’anno una marcia in più, quella ecologica, che punta a luminarie con impianto a led che consentono un risparmio energetico e rendono allegre le festività per cittadini ed turisti, con canti e suoni, organizzati dalle associazioni locali insieme alle scuole medie, materne ed elementari dell’istituto comprensivo Minori-Maiori. Un’occasione importante, questa, per gli alunni di riflettere anche sull’ambiente e sul risparmio energetico. Gli studenti, coadiuvati dagli insegnanti, realizzeranno produzioni letterarie ed artistiche su tematiche ecologiche. Dai cori alla banda, Minori custodisce da sempre un’anima musicale, che permane ben viva nel sentire popolare, al di là del susseguirsi delle generazioni. Per questo le luminarie per le festività di fine anno saranno dedicate alla musica coniugando in un’unica immagine, di luci e suoni, gli aspetti più sentiti della tradizione cittadina quale fervido auspicio di concordia e di pace all’interno della comunità.

minori 2minori 3

Di Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - Pubblicato in : COSTIERA AMALFITANA NEWS - Community : L'informazione di Michele Pappacoda
Scrivi un commento - Vedi 0 commenti

L'0RA ESATTA A CURA DEL SITO www.mikivettica.net

---

------------------ 

Présentation

  • : GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net
  • GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net
  • : Blog
  • : IL GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINEwww.mikivettica.net nasce da un idea e dalla volontà di Michele Pappacoda che attraverso l'inserimento di news vuole dare spazio a tanti diversabili e non di essere capaci e sentirsi soddisfatti di aver fatto una cosa loro personale in questo caso l'inserimento di news. SPERO CHE TANTI VORRANNO AGGIUNGERSI A QUESTA MIA IDEA E INSERIRE NEWS. CHI VUOLE PUO CONTATTARMI SUI VARI PROFILI FACEBBOK E SUI MIEI GRUPPI. E UNA BELLA IDEA PARTECIPATE!!!!!!!
  • Segnala questo blog
  • Torna alla home
  • Contatti

Costiera Amalfitana

images--10--copia-1.jpg

Atrani-Salerno-Atrani_small.JPG

images--12-.jpg

images--7--copia-1.jpg

images--8-.jpg

images--9-.jpg

images--11-.jpg

images--13--copia-1.jpg

immagini11.gif

immagini15.gif

immagini21.gif

immagini27.gif

immagini36.gif

musica

 

Créer un Blog

Testo Libero

Recherche

Calendrier

November 2014
M T W T F S S
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             
<< < > >>

Syndication

  • Feed RSS degli articoli

Immagini a caso

  • sepe17
  • download (1)-copia-1
  • 20121002 angeladeriso2
  • 20120922 marchionne monti
  • download (1)
  • 20120917 kate-middleton-topless

Profilo

  • Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it
  • GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net
  • curioso mattinierocurioso
Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Segnala abusi - Articoli più commentati