direttastreamingdimichelepappacoda on livestream.com. Broadcast Live Free
RADIO WEB

 

--------------------------- GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net - IL GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINEwww.mikivettica.net nasce da un idea e dalla volontà di Michele Pappacoda che attraverso l'inserimento di news vuole dare spazio a tanti diversabili e non di essere capaci e sentirsi soddisfatti di aver fatto una cosa loro personale in questo caso l'inserimento di news. SPERO CHE TANTI VORRANNO AGGIUNGERSI A QUESTA MIA IDEA E INSERIRE NEWS. CHI VUOLE PUO CONTATTARMI SUI VARI PROFILI FACEBBOK E SUI MIEI GRUPPI. E UNA BELLA IDEA PARTECIPATE!!!!!!!
Segui questo blog
Administration Create my blog

Présentation

  • : GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net
  • GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net
  • : IL GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINEwww.mikivettica.net nasce da un idea e dalla volontà di Michele Pappacoda che attraverso l'inserimento di news vuole dare spazio a tanti diversabili e non di essere capaci e sentirsi soddisfatti di aver fatto una cosa loro personale in questo caso l'inserimento di news. SPERO CHE TANTI VORRANNO AGGIUNGERSI A QUESTA MIA IDEA E INSERIRE NEWS. CHI VUOLE PUO CONTATTARMI SUI VARI PROFILI FACEBBOK E SUI MIEI GRUPPI. E UNA BELLA IDEA PARTECIPATE!!!!!!!
  • Contatti

Profilo

  • Dott. Michele Pappacoda Proprietario

AMALFI

SITO BLOG GESTITO DA DIVERSABILE E ARTICOLI INSERITI DA DIVERSABILI SENZA ALCUN SCOPO DI LUCRO!!!!!!!!!!!!!

Duomo di Amalfi piccolo

DUOMO DI AMALFI

Amalfi Amalfi piccolo

AMALFI PANORAMA

Amalfi con bouganville foto piccola

Costa Amalfi piccolo

Amalfi porto piccolo

Costiera amalfitana piccolo

Recherche

Costiera Amalfitana

images (12)

Atrani-Salerno-Atrani_small.JPG

images (10)-copia-1

 

images (13)-copia-1

images (7)-copia-1

images (9)

images (11)

musica

 

 

6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 15:35
SALERNO E PROVINCIA NEWS Salerno. Inseguimento a 200 all'ora dopo rapina, carabinieri speronati: due arresti

INSERITO DA MORENA MOTTA Rocambolesco inseguimento dopo una rapina, questa notte, lungo l'Aversana di Battipaglia, in provincia di Salerno, conclusosi con l'arresto di due pericolosi pregiudicati bloccati a bordo di una moto rubata a Salerno.
Erano le tre di questa notte quando la Centrale Operativa della Compagnia di Battipaglia ha diramato a tutte le pattuglie una nota di ricerca di due rapinatori che, a bordo di una potente moto da enduro, avevano rapinato un'automobilista fermo sul ciglio della strada, al quale, dopo aver puntato una pistola, avevano sottratto il portafoglio con circa duecento euro. È intervenuta una gazzella del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Battipaglia che, dopo alcuni minuti, ha intercettato la moto segnalata.  iniziato così un rocambolesco inseguimento sul filo dei duecento all'ora, durante il quale i due malviventi riescono a disfarsi di un involucro (forse contenente la pistola ed il portafoglio), inseguimento che si è concluso dopo circa dieci chilometri, quando gli uomini del Maresciallo Trombetta sono riusciti ad affiancare la moto costringendo il guidatore a fermarsi, nonostante il tentativo di speronare la Fiat Brava dell'Arma con il ferimento, per fortuna non grave,di uno dei due carabinieri a bordo colpito dalle schegge di un finestrino andato in frantumi. I malviventi sono stati così bloccati ed arrestati.
La Suzuki DR modello enduro è risultata rubata a Salerno il 3 febbraio scorso e portava montate le targhe di un'altra moto rubata a Salerno lo scorso 10 gennaio. I malviventi, Giovanni Gebre noto pregiudicato salernitano 40enne, già coinvolto in gravissimi fatti verificatisi lungo la litoranea, e D.F. 23enne di Montecorvino Rovella, gravato da piccoli pregiudizi, sono stati sottoposti a fermo di polizia giudiziaria per rapina, ricettazione e resistenza e violenza a pubblico ufficiale e condotti al carcere di Salerno. Sono ancora in corso le ricerche dell'arma usata per commettere la rapina e del portafoglio rubato.

FONTE: IL MATTINO.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SALERNO E PROVINCIA NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 15:31
Sport News e Sport locale Conte: "Non mi dimetto, sono responsabile. Basta tiki-taka, ricordiamoci il nostro DNA"

INSERITO DA MORENA MOTTA «Non c'è stato alcun rischio di mie dimissioni: sono una persona responsabile, soprattutto nei momenti difficili. Questo lo è. Ho preso un impegno importante e intendo rispettarlo. Ho accettato, perché volevo essere il primo ct meridionale, non me ne sono pentito». Il ct azzurro Antonio Conte, in un'intervista a Repubblica, parla così del calcio italiano in crisi e dei rapporti sempre più tormentati con i club. E rispedisce al mittente le voci di un suo addio alla panchina azzurra.

Sul caso degli stage della Nazionale, dopo che la Figc ha deciso di annullare la 'due giorni' fissata per questo mese anche a causa dell'indisponibilità di diversi club, il ct ha ribadito che «i capricci ho smesso di farli da bambino». «Se la A portasse squadre in finale di Champions sarei contentissimo così», spiega. «La collaborazione con i club - aggiunge Conte - deve essere reciproca. Io ho mostrato grande disponibilità, ne aspetto altrettanta».

«Per scimmiottare il 'tiki-taka' - ammette il ct, entrando nel merito di disquisizioni tattiche - trascuriamo il nostro dna, che è fatto di sacrificio e cultura del lavoro. Molti Paesi in Europa ci stanno davanti. Non abbiamo toccato il fondo, ma si può peggiorare. Non mi definisco un selezionatore, voglio allenare». Sul calendario troppo lungo, Conte ribadisce che, per gli Europei, «la stagione deve finire il 15 maggio. Ma si deve spalmare la Coppa Italia con una partita al giorno?».

Infine, Conte conferma la propria presenza a Sanremo, per assistere al festival. «Sono un appassionato di musica italiana - rivela -. Mi piace contare Ramazzotti, Antonacci, Ligabue, anche se da quando alleno ho la voce distorta».

FONTE: LEGGO.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sport News e Sport locale
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 14:52
Sez. Disabilità news Giusy Versace dalle piste di atletica al volo dell'Aquila del Carnevale di Venezia

INSERITO DA MORENA MOTTA La capitale del Carnevale, la splendida Venezia, ha scelto Giusy Versace come "Aquila del Carnevale 2015". Sarà dunque l'atleta paralimpica che corre con protesi di carbonio a interpretare il secondo "volo", domenica 15 febbraio, dopo quello dell'Angelo, che spetta alla più bella "Maria" del carnevale precedente.
Il Volo dell'Aquila viene invece da tradizione affidato a una figura dello sport, e quest'anno toccherà alla grintosa Giusy calarsi dal campanile di San Marco fino alla sua piazza, effettuando il suggestivo e celebre "volo", che rappresenta la forza e il coraggio.
"Avrò anche perso le gambe ma che almeno ne valga la pena", ha dichiarato con molta ironia Giusy, che si è detta emozionata e curiosa di vivere questa avventura.

FONTE: DISABILI.COM

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sez. Disabilità news
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 14:49
CILENTO NEWS Serre, violazioni in aziende zootecniche. Sequestri della Forestale

INSERITO DA MORENA MOTTA Violazioni alle normative ambientali.

L’intervento è stato effettuato dal personale della Sezione di polizia giudiziaria del Tribunale di Salerno, aliquota Corpo Forestale dello Stato, coordinata dal sovrintendente, Mario Grimaldi. Nel corso dei controlli mirati effettuati sull’intero territorio provinciale sono state riscontrate diverse irregolarità nei due allevamenti situati nella contrada Padula per violazioni al Decreto legislativo 152/2006. I controlli hanno consentito di accertare nella prima azienda zootecnica la mancanza delle vasche di raccolte per i liquami che, dai paddock dove stazionano circa 150 bufale, finivano nei terreni sottostanti. Accertate le violazioni l’azienda, dalle stalle alla sala mungitrice, è stata interamente posta sotto sequestro e l’allevatore denunciato. La custodia per l’alimentazione delle bufale è stata affidata al proprietario. Ulteriori controlli hanno consentito di scoprire altre violazioni in un’azienda situata nella stessa contrada. Qui erano presenti le vasche di raccolta dei liquami prodotti dall’allevamento, costituito da circa 300 bufale, ma erano stati effettuati dei fori e i reflui dai paddock finivano nei terreni. La Forestale ha proceduto con il sequestro delle strutture irregolari.

FONTE: CILENTO NOTIZIE

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in CILENTO NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 14:43
CIOCIARIA NEWS  Aggredisce benzinaio e si dà alla fuga, arrestato dalla Polizia in meno di tre ore

INSERITO DA MORENA MOTTA CASSINO - Erano le 16.30 di ieri quando un uomo a volto travisato da un passamontagna, con una spranga di ferro in mano raggiunge un noto distributore di carburante in località stazione a Cassino. Senza alcuna esitazione, l’uomo si avventa contro il gestore colpendolo ripetutamente con la spranga al volto. Il benzinaio cade a terra ma continua ad essere colpito brutalmente in volto e nel tentativo di difendersi strappa il passamontagna al suo aggressore. Il giovane, vistosi scoperto, si da alla fuga.
Il gestore dell’impianto, nonostante le numerose ferite, da l’allarme al 113. La Polizia di Stato dopo aver prestato le cure mediche al ferito, da inizio alla caccia all’uomo. Sono bastate le descrizioni fornite alla Polizia di Stato per allertare le ricerche.
Bastano tre ore agli agenti del Commissariato di Cassino per individuare e bloccare il violento aggressore che, nel frattempo, come se nulla fosse era rientrato a casa. Accompagnato presso gli Uffici della Polizia di Stato, il giovane dovrà ora rispondere di tentata rapina.

FONTE: IL GIORNALE NUOVO.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in CIOCIARIA NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 14:33
CAPRI NEWS Indagato il comandante della stazione dei carabinieri di Capri, l'Arma ne dispone cautelativamente il trasferimento. L'accusa: corruzione. La difesa: tutto falso

INSERITO DA MORENA MOTTA Il luogotenente Michele Sansonne non è più comandante della stazione dei carabinieri di Capri. L'Arma ne ha disposto cautelativamente il trasferimento in altra sede a seguito dell'apertura, da parte della Procura di Napoli, di un'indagine su di lui. A darne notizia sono con un ampio articolo il quotidiano Il Mattino di oggi sia sull'edizione cartacea che sull'edizione on line e con un servizio più breve l'edizione napoletana del quotidiano La Repubblica. "Avrebbe accettato un viaggio a Londra, offrendo in cambio informazioni top secret: sotto accusa per corruzione è finito il maresciallo Michele Sansonne, storica presenza dei carabinieri sull’isola. L’inchiesta della Procura - si legge sul mattino.it - al momento è top secret, ma si sa che sono stati eseguiti sequestri in case e uffici di una società di charteraggio di Capri. L’ambito è quello del grande business degli ormeggi per le barche da diporto. A titolo cautelativo, l’Arma ha deciso nel frattempo di trasferire il maresciallo in un’altra sede". Le indagini, condotte dal pool mani pulite di Napoli, guidate dal procuratore aggiunto D'Avino e dai pm Woodcock, Loreto e Carrano, sono state affidate ai carabinieri del Noe. Secondo quanto riferito dal Mattino e da La Repubblica, Sansonne avrebbe negato ogni addebito e tramite la sua difesa avrebbe fornito prove per dimostrare che il viaggio era stato regolarmente pagato dal maresciallo con assegno e non regalato dall'imprenditore. La notizia ha suscitato comprensibile scalpore a Capri. Il comandante Sansonne, per il quale naturalmente vige la presunzione di innocenza, era in servizio a Capri da ben 14 anni e aveva condotto importanti operazioni da uomo di Stato e rappresentante della legge al di sopra di ogni sospetto.

FONTE: CAPRI NEWS

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in CAPRI NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 14:30
MONTI LATTARI E CASTELLAMMARE NEWS Castellammare - Prima ''vittima'' della videosorveglianza, preso estorsore. Il sindaco: "le telecamere più importanti sono gli occhi dei cittadini"

INSERITO DA MORENA MOTTA Voleva imporre il cambio delle maestranze ad un cantiere edile impegnato nei lavori di ristrutturazione di un santuario. Incastrato dalle telecamera di videosorveglianza.

"Da qui ve ne dovete andare, dobbiamo mangiare tutti". E' con queste continue minacce che Armando di Martino, 33enne di Castellammare di Stabia, già noto alle forze dell'ordine, voleva imporre la sostituzione delle maestranze presso un cantiere edile per la ristrutturazione del Santuario della Madonna della Libera. Ma il presunto estorsore è stato arrestato stamattina dai carabinieri della locale compagnia, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata per tentata estorsione ai danni dell'impresa edile impegnata nei lavori.
Nel corso delle indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata, i militari sono riusciti a identificare il 33enne e a ricostruirne i movimenti attraverso i sistemi di videosorveglianza esterni al santuario e a quelli recentemente installati lungo le strade di Castellammare di Stabia.
Uno dei momenti di contatto tra Di Martino e gli operai è registrato in un video che riprende il 33enne salire le rampe del santuario con il suo scooter, prendere contatti con gli operai, e poi allontanarsi con estrema disinvoltura.

"Mi sono congratulato con il capitano per l'ottimo risultato conseguito - ha detto il sindaco Nicola Cuomo - e sono molto contento di aver appreso che il nostro sistema di videosorveglianza è stato utilissimo per le indagini. Questo complesso sistema ha già permesso di ottenere ottimi risultati per l'individuazione di autori di attività illecite e mi riferisco alla sparatoria nei pressi del cimitero, all'investimento volontario di un vigile urbano, al danneggiamento di una rotatoria in viale Europa, al furto di un auto e ad uno scippo in via Nocera, alla tentata rapina di un ciclomotore e ad uno scippo in via D'Annunzio, al furto di un motociclo in un box privato sito al corso De Gasperi. Esso è servito, inoltre, per migliorare la vivibilità in via Silio Italico che era frequentata di notte da giovani dediti all'uso di alcol e droghe, ha permesso di eliminare in alcuni punti della città il fenomeno dell'abbandono dei rifiuti. La sicurezza dei cittadini è notevolmente migliorata; oramai da ben tre centrali operative le forze dell'ordine controllano tutta la città e così i delinquenti avranno vita molto più dura che nel passato. Come ho detto al supercinema in occasione della visita del prefetto di Napoli, è opportuno ricordare a tutti che le telecamere più importanti sono gli occhi dei cittadini. Non bisogna abbassare la guardia e il contrasto a tutte le forme di illegalità e di violenza va mantenuto fermo e costante da parte di tutti. La collaborazione tra istituzioni e cittadini porterà ottimi frutti".

FONTE: STABIA CHANNEL

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in MONTI LATTARI E CASTELLAMMARE NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 14:28
MONTI LATTARI E CASTELLAMMARE NEWS  Allerta meteo, i consigli della Gori per la protezione degli impianti idrici

INSERITO DA MORENA MOTTA A seguito delle particolari condizioni meteo previste per le prossime giornate nei comuni gestiti, che potrebbero causare una forte diminuzione delle temperature, GORI raccomanda gli utenti di proteggere i contatori e le eventuali tubazioni dell'impianto privato a vista.
Gli interventi protettivi da attuare non sono solo per la salvaguardia del contatore, ma pure per proteggere l'intero impianto ed evitare possibili danni alle proprietà private.
Porre particolare attenzione ai contatori maggiormente a rischio perché ubicati all'esterno dei fabbricati oppure in locali utilizzati raramente.
Si invita, ove possibile, a coibentare l'interno delle nicchie a muro assicurandosi che la porta del vano contatore sia sempre ben chiusa e priva di aperture per la ventilazione, nonché internamente rivestita di materiale isolante (polistirolo, poliuretano espanso o lana di roccia) facilmente reperibili presso rivenditori del settore edile. Laddove non si riescano ad eseguire interventi preventivi strutturali, e solo alla luce dell'eccezionalità dell'allerta meteo, si invitano i cittadini (soprattutto se residenti nei comuni pedemontani) a mantenere un lieve deflusso dell'acqua da un rubinetto interno all'abitazione nelle ore notturne. Questo accorgimento garantisce un leggero e continuo passaggio d'acqua attraverso l'impianto idraulico, escludendo quindi il permanere dell'acqua in costante immobilismo all'interno delle tubature che potrebbe congelare con conseguente danneggiamento dell'impianto. Per le abitazioni od i locali non utilizzati nel periodo invernale è preferibile provvedere alla chiusura della valvola di intercettazione del flusso dell'acqua posta in prossimità del contatore, svuotando nel contempo l'impianto idraulico privato dall'acqua presente agendo sui rubinetti e proteggendo il contatore con materiali isolanti.

FONTE: STABIA CHANNEL

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in MONTI LATTARI E CASTELLAMMARE NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 14:22
NEWS ITALIA E DAL MONDO L'influenza miete la nona vittima, Lecce la provincia più colpita

INSERITO DA MORENA MOTTA Una donna di 58 anni con problemi di salute è morta nella notte all'ospedale Vito Fazzi.

Nona vittima dell'influenza. È la quinta nel leccese. È deceduta la scorsa notte nel reparto di Rianimazione del Vito Fazzi di Lecce una donna di 58 anni per complicanze a seguito dell'influenza. La paziente, già affetta da carcinoma polmonare e portatrice di altre patologie concomitanti, è risultata positiva al test dell'H1N1.
Si tratta del nono decesso da influenza. Due giorni fa era toccato a un 60enne senza altre patologie ma non vaccinato ricoverato all'ospedale di Scorrano. Il giorno prima, invece, era morto un 47enne all'ospedale San Paolo di Bari.

FONTE: (di Francesca Russi) LA REPUBBLICA.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 14:12
NEWS ITALIA E DAL MONDO Belgio, pestaggio a scuola contro ragazzo pro-Charlie: sospetti sul prof di religione islamica

INSERITO DA MORENA MOTTA Le autorità belghe hanno aperto un'inchiesta sul possibile ruolo di un insegnante di religione islamica nel pestaggio di uno studente favorevole a condannare l'attentato a Charlie Hebdo. Ma intanto l'istituto scolastico ha minacciato di sanzioni il ragazzo perché ha raccontato la sua vicenda ai giornali.

Amadou D., di origine africana, è stato aggredito a colpi di mazze da baseball da una decina di compagni all'uscita dall'istituto tecnico che frequenta ad Anderlecht, quartiere multietnico di Bruxelles. Secondo il quotidiano La Derniere Heure la sua colpa era stata di non aver voluto firmare una petizione per chiedere le dimissioni del professore di storia che aveva espresso la sua condanna del massacro a Charlie Hebdo. Diversi allievi avevano inneggiato ai fratelli Kouachi autori dell'attacco e solo due su 18 si sono rifiutati di firmare la petizione. C'era stata anche una rissa fra Amadou e Younes B., il leader della fronda contro il prof di storia, dove il primo aveva avuto la meglio.

L'inchiesta del governo si sta interessando all'insegnante di religione islamica, il predicatore Yacob Mahi. Sarebbe stato lui a suggerire la petizione e, secondo il quotidiano, avrebbe avuto un ruolo sospetto in tutta la vicenda. Considerato vicino all'intellettuale Tariq Ramadan, Mahi aveva già fatto parlare di sè nel 2013 sostenendo ad un convegno che le misure contro gli aspiranti jihadisti partiti per la Siria erano frutto di una "islamofobia rampante". Già nel 2003, le autorità avevano respinto la sua nomina come ispettore dei corsi di religione islamica ritenendolo vicino ai Fratelli musulmani, cosa che Mahi aveva negato.

FONTE: ADNKRONOS

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 11:34
PRIMO PIANO E ANTEPRIMA Leo, bimbo down abbandonato dalla mamma: il web si commuove e gli salva la vita

INSERITO DA MORENA MOTTA Abbandonato dalla madre per vergogna. Il piccolo Leo nato con la sindrome di down, infatti, è stato considerato motivo di imbarazzo per la famiglia della donna che ha deciso di non prendersi cura di lui.

Il piccolo fortunatamente è stato accolto, invece, con gioia dal suo papà. Samuel Forrest ha dovuto scegliere tra suo figlio e sua moglie, Ruzan Badalyan.
La donna poche ore dopo il parto avvenuto in Armenia, gli ha chiesto di scegliere tra lei, sposata solo 18 mesi prima, e il figlio tanto atteso. Samuel ha scelto il piccolo Leo, non accettando l'idea che suo figlio potesse essere abbandonato solo per la sua invalidità.
La donna si era rifiutata di guardare e toccare il bambino, sostenendo che sarebbe stata una vergogna per tutta la famiglia.
Oggi il padre ha chiesto alla rete una raccolta fondi per potergli permettere di tornare a casa sua, in Nuova Zelanza, insieme a suo figlio, in un luogo in cui non sarà vittima di discriminazioni. La petizione si chiama Bring Leo Home e in poche ore ha superato i 170 mila dollari. Samuel ha annunciato che con i soldi della raccolta tornerà a casa e penserà al futuro di Leo, ma visto il grande cuore della rete ce ne saranno abbastanza anche per aiutare e sostenere i genitori con figli disabili in Armenia.

FONTE: (di Alessia Strinati) LEGGO.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in PRIMO PIANO E ANTEPRIMA
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 11:31
NEWS ITALIA E DAL MONDO Ilva: nuovo ultimatum autotrasportatori

INSERITO DA MORENA MOTTA 'Entro lunedì certezze su crediti', rischio blocco forniture.

TARANTO - Gli autotrasportatori dell'indotto Ilva che manifestano da tre settimane a Taranto e ieri hanno marciato a passo lento con i tir su due statali si riuniscono in assemblea e lanciano un nuovo ultimatum a Ilva e governo. Entro lunedì pretendono risposte certe sui crediti vantati con l'Ilva, 15 milioni di euro, o la mobilitazione proseguirà più forte, non escludendo il blocco totale dell'ingresso dei mezzi che trasportano materiali e materie prime necessari all'attività produttiva.

FONTE: ANSA

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 11:09
PRIMO PIANO E ANTEPRIMA Terremoto, due scosse tra Lazio e Abruzzo e di 4.7 a Lipari: «Paura tra la gente»

INSERITO DA MORENA MOTTA Due scosse di terremoto in mattinata, la prima tra Lazio e Abruzzo e la seconda, più forte, al largo di Lipari.
Una prima scossa di terremoto è stata registrata stamani tra il Lazio e l'Abruzzo. Il sisma, di magnitudo, 2.9, si è verificato alle ore 9.39 ed è stato localizzato dalla rete sismica nazionale dell'Ingv nel distretti Monti della Meta-Le Mainarde.
SCOSSA TRA LAZIO E ABRUZZO L'epicentro è stato stabilito tra San Donato Valcomino (Frosinone), Opi e Pescasseroli in provincia dell'Aquila. La scossa si è verificata a 8,5 chilometri di profondità, ma a San Donato Valcomino è stata avvertita dagli abitanti. Non si segnalano danni a cose o persone.

SCOSSA A LIPARI Una seconda scossa di terremoto di magnitudo 4.7 è stata registrata dall'Ingv alle 09:52:25 italiane nel distretto sismico: Isole Lipari.

FONTE: IL MATTINO.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in PRIMO PIANO E ANTEPRIMA
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 11:04
CAMPANIA NAPOLI NEWS Napoli, nuovo stop del metro', ressa alle stazioni: picchiato un macchinista a Medaglie D'Oro

INSERITO DA MORENA MOTTA Ancora disagi sulla linea 1 della metropolitana. Ancora un guasto di un treno e la limitazione della linea 1 a Dante. Chiuse Toledo e Garibaldi per circa tre ore con pesantissimi disagi per gli utenti. Scarsa informazione, ressa sulle banchine di tutte le fermate. Attese bibliche per veder arrivare un treno e a Medaglie D'Oro un macchinista è stato picchiato da un passeggero esasperato dall'attesa.

La scorta di treni dovrebbe arrivare la prossima settimana, così ha assicurato l'amministratore unico Ramaglia. Si spera sia così. Perché un guasto al giorno non è più tollerabile.

Il primo stop al servizio si è verificato alle 7 ed ha impedito la circolazione fino alle 9, 30. Ripristinate le corse, però, la «normalità» non ha resistito che poco più di un'ora. Alle 11, infatti, è stata di nuovo paralisi.

FONTE: (di Elena Romanazzi) IL MATTINO.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in CAMPANIA NAPOLI NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 11:00
AVELLINO NEWS In sella a una Vespa a 87 anni resta ferito in un scontro

INSERITO DA MORENA MOTTA ATRIPALDA - All’età di 87 anni, in sella ad una vecchia Vespa50, non si ferma ad uno stop e resta coinvolto in un incidente stradale nell’incrocio tra via Aversa e via Fiume ad Atripalda dovendo far ricorso alle cure mediche. Poteva avere conseguenze più gravi l’incidente stradale che si è verificato ieri, ad ora di pranzo, nei pressi del terzo ponte sul fiume Sabato, che da piazza Umberto conduce a via Aversa. Uno scontro fra un furgoncino, un Fiat Doblò ed una vecchia vespa condotta da un 87enne di Manocalzati, con il lieve ferimento dell’anziano motociclista trasportato d’urgenza dall’ambulanza del 118 della Confraternita di Misericordia presso l’ospedale di Solofra.
Sul posto, per i rilievi del caso, gli agenti del Comando di Polizia Municipale guidati dal vice comandante Sabino Picone. Al vaglio dei vigili ora la dinamica del sinistro in base ai rilievi planimetrici e descrittivi.

FONTE: IL MATTINO.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in AVELLINO NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 10:56
Sport News e Sport locale Vimercate, Simone Fassina dall’eptathlon tricolore all’università negli Usa

INSERITO DA MORENA MOTTA Fatica, studio, record a raffica ma non solo. In meno di due settimane Simone Fassina, ragazzone diciottenne di Velasca, gareggiando da junior nell’eptathlon (sette prove) ha portato in Brianza due titoli. E ora c’è la maturità, poi gli Stati Uniti.

Fatica, studio, record a raffica ma non solo. In meno di due settimane Simone Fassina, ragazzone diciottenne di Velasca dove abita con i genitori e un fratello Andrea, 16 anni che gioca a calcio, gareggiando da junior nell’eptathlon (sette prove) ha portato in Brianza due titoli, dapprima quello regionale seguito da quello nazionale, impreziositi da altrettanti record. Difatti Simone dai 5.299 punti nella gara che l’ha visto eccellere nel campionato lombardo è passato ai 5.484 con i quali ha vinto il titolo tricolore e stabilito il nuovo record italiano.

Alla pioggia di complimenti che gli arrivano da amici, compagni di scuola risponde, timidamente, con un «grazie a tutti. Grazie di cuore». Le luci della ribalta dopo i record e le vittorie si sono però accese su questo atleta serio e determinato. Per Simone il 2015 non poteva iniziare sotto migliori auspici.

Dopo le gare di Padova, lo attende infatti la maturità (frequenta la 5B, Itcg “Ezio Vanoni” - Vimercate, indirizzo geometra), quindi il trasferimento negli Stati Uniti. È lui stesso che spiega la scelta: «Tra alcuni mesi il mio percorso di crescita sia in ambito scolastico che sportivo proseguirà nell’Università della Carolina del Nord. Questo grazie a una borsa di studio. I punteggi nei test di ammissione hanno acceso la luce verde per questa esperienza essenziale per il mio futuro».

Facile anticipare che l’allievo di Agostino Rossi e Niccolò Leonardi, tecnico e presidente del Team-A Lombardia, società nata da un accordo operativo tra Athletic Club Villasanta, Gsa Brugherio, 5 Cerchi Seregno, negli Usa avrà l’occasione di migliorarsi.

Ad aprire le porte a Simone sono stati i risultati nonché la sua presenza lo scorso anno ai mondiali juniores di Eugene «dove ho incontrato un allenatore che mi ha fatto una proposta, poi da me accolta».

Simone ha iniziato a giocare a calcio: a 12 anni un problema a un ginocchio l’ha costretto a lasciare. Ma allora è iniziato il suo percorso nell’atletica lungo il quale ha incontrato tecnici di spessore come Anna Maria Gavazzi, Luisella Bianchi e Agostino Rossi che ne hanno forgiato il carattere e favorito la crescita. «Oggi riesco ad abbinare studi e allenamenti senza fatica - conclude Simone - Trovo anche il tempo libero per uscire con gli amici. Mi piace ballare: anche la musica moderna, purchè sia di qualità in quanto ti aiuta in ogni momento».

FONTE: (di Franco Cantù) IL CITTADINOMB

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sport News e Sport locale
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 10:48
COSTIERA AMALFITANA NEWS Ravello, caos al festival: i soci licenziano Brunetta

INSERITO DA MORENA MOTTA Un blitz non riuscito e una fondazione che si ritrova con due presidenti nell'arco di un giorno. Uno autorinnovatosi la mattina, l'altro votato nel pomeriggio con appena 4 voti dei 9 aventi diritto. Il primo è Renato Brunetta, capogruppo Fi alla Camera, il secondo è Paolo Vuilleumier, sindaco di Ravello. Perché della fondazione Ravello si tratta e, potete giurarci, la querelle non finirà di certo qui. Anzi.
Iniziamo da ieri mattina quando l'ex ministro arriva nella cittadina della Costiera dove ha casa. Potrebbe essere una visita dettata solo da motivi personali ma non lo è affatto perché arriva in viale Wagner dove ha sede la fondazione che organizza il festival omonimo. La kermesse estiva, tra concerti e mostre, più conosciuta della Campania e famosa in mezzo mondo. Ebbene di quegli quelli uffici l'ex ministro è stato presidente sino al 31 dicembre, quando è scaduto il suo incarico. Ma esce da lì dopo aver firmato un verbale che non sembra proprio da facente funzioni in attesa di nomina perché chiede «la convocazione di una nuova seduta per riportare nell'alveo della legittimità e della legalità il percorso istituzionale, evitando pericolose derive tali da compromettere ulteriormente il futuro della Fondazione stessa».

Chiede, ancora «di procedere alla convocazione del Consiglio d'indirizzo per adottare le delibere dettate dallo Statuto in materia di elezione degli organi». Firmato «il presidente Brunetta» e controfirmato dal segretario della fondazione, l'ex sindaco Secondo Amalfitano. Non sembra quindi ordinaria amministrazione o almeno così viene interpretato, se nel giro di un paio d'ore, nella sede di via Wagner si riunisce un altro gruppo. Sempre le stesse stanze, fuori uno, avanti un altro, come una commedia ben scritta. E attorno al tavolo ecco il comitato d'indirizzo che, guarda un po', elegge il nuovo presidente. Lo rende noto lui stesso sottolineando come ad eleggerlo siano stati sei consiglieri su undici che hanno garantito il numero legale (con il rappresentante dell'Ept che però non ha il diritto di voto) la validità della seduta. Mentre erano assenti proprio i rappresentanti della Regione.
«Già il 24 gennaio - spiega Paolo Vuilleumier - c'è stato un tentativo responsabile da parte del Comune di Ravello e della Provincia di cercare una linea condivisa rispetto alla governance della Fondazione. Ma stamattina (ieri ndr) ci siamo trovati di fronte a questa dichiarazione del presidente uscente che ha inficiato ogni tentativo di soluzione condivisa. E i consiglieri d'indirizzo, regolarmente convocati e riuniti, hanno ritenuto, invece, che non sussistessero i profili di illegittimità e pertanto hanno proceduto alla elezione. Il mio primo intento sin da adesso è quello raggiungere una condivisione e che si chiariscano quei dubbi e quelle posizioni divergenti non auspicabili per il nostro territorio».

E ora? Brunetta, che a Ravello è legato forse più della sua natia Venezia, preferisce non commentare e, cortese, affida tutto al comunicato ufficiale della Fondazione. Che poi non si capisce se è quello della mattina (il suo) o del pomeriggio (del suo successore). Sarà ma dietro questa doppia presidenza in un sol giorno c'è un match acceso che va avanti da almeno un paio di settimane. E che vede da un lato la Regione Campania a guida centrodestra, dall'altro la Provincia di Salerno al cui vertice siede Giuseppe Canfora, fedelissimo del democrat Vincenzo De Luca impegnato a cercare una nuova sfida proprio contro Caldoro.

FONTE: (di Adolfo Pappalardo) IL MATTINO.IT

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in COSTIERA AMALFITANA NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 10:41
NEWS ITALIA E DAL MONDO Ucraina, Merkel-Hollande a Mosca. Altri 3 morti in 24 ore

INSERITO DA MORENA MOTTA Aperto un corridoio umanitario nel sud-est del Paese.

Diplomazie al lavoro per la soluzione della crisi ucraina. Francois Hollande, Angela Merkel e Petro Poroshenko "hanno auspicato un cessate il fuoco immediato" nel sud-est ucraino durante i loro colloqui di ieri a Kiev. L'incontro dei leader di Berlino, Parigi e Kiev e' durato piu' di cinque ore e "sono state discusse anche le possibilità di sviluppo del dialogo nel formato di Normandia" (Ucraina, Russia, Francia e Germania).

Oggi Merkel e Hollande incontreranno Vladimir Putin a Mosca. L'incontro e' previsto nel pomeriggio a Mosca. Il vertice dovrebbe iniziare alle 17 locali, le 15 in Italia.

E' stato aperto un corridoio umanitario nella zona di Debaltseve - nuovo fronte caldo nel sud-est ucraino - per permettere l'evacuazione dei civili. Lo fanno sapere i separatisti. Eduard Basurin, un rappresentante del ministero della Difesa dei ribelli di Donetsk, riferisce un accordo con Kiev per una tregua dalle 9 del mattino alle 18.

Continua a crescere il bilancio delle vittime. Almeno tre persone sono morte nelle ultime 24 ore nel sud-est ucraino sconvolto dalla guerra. I separatisti riferiscono di due civili uccisi a Donetsk dai bombardamenti di artiglieria e di altri nove feriti. Il portavoce dello Stato maggiore delle forze armate ucraine, Vladislav Selezniov, fa sapere che un militare è stato ucciso e altri 25 sono rimasti feriti.

FONTE: (di Claudio Salvalaggio) ANSA

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 10:38
SEZ. VARIE NEWS Arriva l'influenzometro, aiuta i genitori a individuare il virus tra i malanni invernali

INSERITO DA MORENA MOTTA Con oltre 3 milioni e 200 mila casi, siamo al picco della stagione influenzale. "Ma in questo periodo circolano anche numerosi altri virus, soprattutto fra i bambini. Ecco che diventa importante riuscire a identificare il problema, segnalando correttamente i sintomi al medico. Per orientarsi meglio, può essere utile ricorrere all'influenzometro". A spiegarlo all'Adnkronos Salute è il pediatra di Milano Italo Farnetani, che ha messo a punto lo strumento per individuare l'influenza.

"La malattia si presenta con febbre alta, talvolta superiore a 38,5°C, che dura anche 4 giorni, e dolori alla schiena e alle articolazioni. La caratteristica dell'influenza perciò è quella di avere un quadro clinico dominato soprattutto da febbre alta, malessere, spossatezza e dolori a ossa e articolazioni, senza la contemporanea presenza di altri sintomi dominanti, per esempio la tosse. Le infezioni più diffuse, che potrebbero essere scambiate per l'influenza, hanno altri sintomi predominanti. Quando ad esempio a dare più fastidio sono tosse e raffreddore, in gioco c'è un virus parainfluenzale. In altri quadri clinici predomina una sintomatologia localizzata all'interno dell'apparato digerente, con vomito e diarrea, come nel caso in cui siano coinvolti gli adenovirus, o i rotavirus nel caso del bambino del meno di 3 anni".

E' allora "importante saper riconoscere i sintomi dell'influenza, soprattutto per non commettere l'errore di scambiarla con tutte le infezioni diffuse in questo periodo". (segue)

"Per usare questo strumento basta leggere il testo e, solo quando il sintomo o ciò che è descritto corrisponde alla situazione, segnare il punteggio che è riportato accanto. Alla fine - dice Farnetani - basta fare la somma e leggere il risultato".

1) DOLORE - alla schiena e alle articolazioni se è presente da meno di 4 giorni +50; mal di testa: se è presente da meno di 4 giorni +30; mal d'orecchie -10; dolore all'addome ('mal di pancia') -10;

2) FEBBRE - superiore a 38,5°C per 3 giorni +30; superiore a 38,5°C per 4 giorni o più +40; superiore a 38,5°C per meno di 3 giorni +20; da 37,6°C a 38,4°C : +5; inferiore a 37,5°C o assente -20;

4) OCCHI - arrossati +5; dolore quando si guarda lateralmente: se è presente da meno di 4 giorni +20; con bruciore +5; con lacrimazione abbondante +10; appiccicati con secrezione gialla -5; normali 0.

5) VOLTO - arrossato +5; pallido -10; normale 0;

6) PELLE - calda e/o umida -5; normale 0;

7) TOSSE - secca +10; grassa -10; assente +10;

8) GOLA - fa male +20; brucia +5; è secca +5; nessuno dei sintomi precedenti -10;

9) VOCE - rauca +10; normale 0;

10) NASO - secrezione chiara e liquida +10; chiuso -20; normale 0;

11) APPARATO DIGERENTE vomito -10; diarrea -10; stipsi 0; normale 0;

12) CONDIZIONI GENERALI malessere: se è presente da meno di 6 giorni +20; svogliatezza: se è presente da meno di 6 giorni +5; ci si stanca con facilità: se è presente da meno di 6 giorni +5; mancanza di appetito se è presente da meno di 6 giorni +5; nessuno dei sintomi o dei casi precedenti -20.

IL RISULTATO: Se il punteggio è uguale o superiore a 130 è influenza; inferiore a 130 non è influenza.

FONTE: ADNKRONOS

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SEZ. VARIE NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 10:20
CASERTA NEWS Invasione di blatte e legna tossica, chiuso panificio a Caserta

INSERITO DA MORENA MOTTA Locali infestati dalle blatte e pane cotto utilizzando per il forno a legna materiali di scarto tra cui pedane, infissi e scaffali, tutto materiale di scarto che sprigionava sostanze tossiche e altamente nocive per la salute. Il panificio è stato chiuso dal Nas di Caserta che, nel corso di un controllo nel campo della produzione artigianale del pane, ha riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie.

I militari hanno constatato che i locali erano infestati da blatte e accertato che il titolare dell’attività non attuava le procedure di autocontrollo, tese a garantire la salubrità dei prodotti ottenuti e commercializzati. All’interno dei locali hanno rinvenuto, inoltre, scarti di legname (pedane, infissi e scaffali) utilizzati per cuocere il pane e i prodotti da forno che, così, venivano a contatto con sostanze tossiche e pericolose per la salute pubblica.

Il materiale di risulta, classificato come rifiuto speciale, non può essere impiegato per l’alimentazione dei forni che richiedono, invece, esclusivamente legna o prodotti legnosi idonei allo scopo. Per le gravi violazioni riscontrate e l’assenza dei requisiti igienico-sanitari è stata disposta l’immediata chiusura del panificio e sequestrate le attrezzature. Al titolare del panificio sono state contestate sanzioni amministrative per diverse migliaia di euro.

FONTE: ADNKRONOS

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in CASERTA NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 10:18
CAMPANIA NAPOLI NEWS Maltempo: regolari traghetti nel golfo di Napoli, aliscafi a singhiozzo

INSERITO DA MORENA MOTTA Stanno partendo regolarmente i traghetti da e per le isole Ischia, Procida e Capri. Nonostante il mare mosso e il vento forza 5, le compagnie di navigazione operanti nel golfo di Napoli hanno per ora confermato i collegamenti con i porti di Napoli, Pozzuoli e Sorrento. A singhiozzo invece gli aliscafi, con la quasi totalità delle corse cancellate a causa delle condizioni meteo marine avverse.

FONTE: ADNKRONOS

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in CAMPANIA NEWS
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 10:08
SEZ.POLITICA Falso in bilancio, Orlando: "Nessun affanno. Entro martedì avremo il testo"

INSERITO DA MORENA MOTTA "Non siamo in affanno, stiamo lavorando per martedì, quando dovremo chiudere con gli emendamenti per avere un testo, quindi da questo punto di vista l'attesa è molto contenuta". Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando risponde a chi sostiene che la maggioranza sia in "affanno sulla soglia di non punibilità del falso in bilancio".

"Sulla prescrizione - aggiunge Orlando, a Palermo per un incontro con gli studenti - si è deciso invece di affrontarla alla Camera, dove c'è già un ddl con relativi emendamenti del governo su cui la Commissione competente sta lavorando".

Orlando replica poi a distanza all'Anm che, parlando del falso in bilancio, ha detto che il governo è "sulla strada giusta" ma "che ci vuole ancora più coraggio": "Non si tratta di avere coraggio ma di avere delle norme che siano eque e che siano in grado di aggredire il fenomeno e credo che stiamo lavorando in questa direzione".

FONTE: ADNKRONOS

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SEZ.POLITICA
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 10:04
PRIMO PIANO E ANTEPRIMA Maltempo non dà tregua, neve al Nord e Tir bloccati in autostrada

INSERITO DA MORENA MOTTA Il maltempo non dà tregua. Nevicate intense sono in atto sulla A1 tra Milano e Calenzano, sulla A14 Bologna-Taranto tra Bologna e Forlì, su tutta la Diramazione per Ravenna, sulla A13 Bologna-Padova tra Bologna e Ferrara nord e su tutto in nodo autostradale cittadino. Nevica debolmente sulla A1 Milano-Napoli tra Valdarno e Fabro, sulla A4 Milano-Brescia tra Pero e il bivio per la A21, su tutta la A9 Lainate Como Chiasso, su tutta la A9 Lainate Chiasso, sulla A13 tra Ferrara nord e Villamarzana, sulla A26 tra il bivio A10 e il bivio con la Diramazione Predosa-Bettole.

A Bologna, l'aeroporto è chiuso alle operazioni di volo fino alle ore 9.00. Disagi anche alla circolazione ferroviaria che risulta fortemente perturbata nel nodo del capoluogo emiliano. A causa delle forte nevicate in corso, il traffico dei treni regionali sta subendo ritardi medi di 60 minuti e cancellazioni. Difficoltà anche per la circolazione dei treni a media e lunga percorrenza e per i treni ad Alta Velocità, che viaggiano al momento con riduzione di velocità. Possibili pertanto ritardi, anche consistenti, e riduzione dell’offerta di collegamenti.

La circolazione è fortemente rallentata anche in Lombardia, con interruzioni di circolazione sulla Milano–Chiasso e sulla Milano–Gallarate. Trenitalia e Rf1 sono al lavoro per cercare di garantire la mobilità dei viaggiatori.

Per agevolare le operazioni dei mezzi antineve, è in atto il divieto temporaneo di transito per i veicoli pesanti con massa superiore a 7,5 tonnellate, sulla A1 in direzione di Firenze tra Milano e Calenzano, in direzione Milano tra Valdarno e Milano, su tutta la A13 Bologna-Padova, sulla A14 tra Bologna e Pesaro nei due sensi, tra Fano e Cattolica verso Bologna e su tutta la Diramazione per Ravenna.

Gli stessi veicoli pesanti vengono momentaneamente fermati sulla A1 in direzione Bologna tra Valdarno e Incisa con 4 km di coda e tra Firenze Scandicci e Firenze nord dove si sono formati 3 km di coda e ripercussioni sulla A11 con 2 km di coda verso l'A1, sulla A13 direzione Bologna tra Villamarzana e Ferrara nord, sulla A14 tra Rimini nord e Cesena nord verso Bologna.

Ai mezzi pesanti da nord (Torino-Milano) verso Firenze si consiglia di percorrere la A7 Milano-Genova, A12 Genova-Livorno e la A11 Firenze-Pisa nord o la strada statale Aurelia in direzione di Roma. Percorso inverso per chi da sud è diretto verso nord.

Sui tratti non gestiti da Autostrade per l'Italia nevica debolmente sulla A22 Brennero-Modena tra Mantova nord e il Bivio per la A1 e sulla A6 Torino-Savona tra Marene e Savona.

La notte scorsa, a seguito della chiusura della A1 nel tratto appenninico Firenze-Bologna , a causa delle forti nevicate, una elevato numero di veicoli pesanti si è riversato sulla E45. Alle ore 3, a seguito di una intensa nevicata che ha interessato la zona del valico del Verghereto, al confine tra la Toscana e l'Emilia Romagna, anche l'Anas è stata costretta a interdire la circolazione ai mezzi pesanti allo svincolo di Cesena, in direzione Orte.

Tale precipitazione ha determinato forti rallentamenti alla circolazione dei mezzi e blocchi localizzati, anche per la mancanza di catene da parte della maggior parte dei mezzi in transito. Al momento, in direzione nord, da Canili a Verghereto, prima della galleria Galleria Roccaccia, permangono circa 200 metri di mezzi pesanti fermi in corsia di marcia e di sorpasso, quasi tutti privi di catene. Sul posto sono in attivita' gli addetti dell'Anas con trattori e mezzi neve che stanno liberando singolarmente i mezzi.

In direzione sud, invece, da Bagno di Romagna a Verghereto, si registrano circa 2 km di mezzi pesanti fermi, anche questi quasi tutti privi di catene, incolonnati in corsia di marcia, pronti per essere traghettati dai mezzi neve dell'Anas fuori dalla zona interessata dalla neve verso Canili. Sul posto sono presenti Anas e Polizia Stradale.

FONTE: ADNKRONOS

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in PRIMO PIANO E ANTEPRIMA
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 09:54
Sez. Vangelo e Meteo Vangelo di Venerdì 6 febbraio 2015

A CURA DI MORENA MOTTA

Santo del giorno: San Paolo Miki e compagni martiri

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 6,14-29.
Il re Erode sentì parlare di Gesù, poiché intanto il suo nome era diventato famoso. Si diceva: «Giovanni il Battista è risuscitato dai morti e per questo il potere dei miracoli opera in lui».
Altri invece dicevano: «E' Elia»; altri dicevano ancora: «E' un profeta, come uno dei profeti».
Ma Erode, al sentirne parlare, diceva: «Quel Giovanni che io ho fatto decapitare è risuscitato!».
Erode infatti aveva fatto arrestare Giovanni e lo aveva messo in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo, che egli aveva sposata.
Giovanni diceva a Erode: «Non ti è lecito tenere la moglie di tuo fratello».
Per questo Erodìade gli portava rancore e avrebbe voluto farlo uccidere, ma non poteva,
perché Erode temeva Giovanni, sapendolo giusto e santo, e vigilava su di lui; e anche se nell'ascoltarlo restava molto perplesso, tuttavia lo ascoltava volentieri.
Venne però il giorno propizio, quando Erode per il suo compleanno fece un banchetto per i grandi della sua corte, gli ufficiali e i notabili della Galilea.
Entrata la figlia della stessa Erodìade, danzò e piacque a Erode e ai commensali. Allora il re disse alla ragazza: «Chiedimi quello che vuoi e io te lo darò».
E le fece questo giuramento: «Qualsiasi cosa mi chiederai, te la darò, fosse anche la metà del mio regno».
La ragazza uscì e disse alla madre: «Che cosa devo chiedere?». Quella rispose: «La testa di Giovanni il Battista». Ed entrata di corsa dal re fece la richiesta dicendo: «Voglio che tu mi dia subito su un vassoio la testa di Giovanni il Battista».
Il re divenne triste; tuttavia, a motivo del giuramento e dei commensali, non volle opporle un rifiuto. Subito il re mandò una guardia con l'ordine che gli fosse portata la testa.
La guardia andò, lo decapitò in prigione e portò la testa su un vassoio, la diede alla ragazza e la ragazza la diede a sua madre.
I discepoli di Giovanni, saputa la cosa, vennero, ne presero il cadavere e lo posero in un sepolcro.

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sez. Vangelo e Meteo
scrivi un commento
6 febbraio 2015 5 06 /02 /febbraio /2015 09:53
Sez. Vangelo e Meteo  Previsioni del tempo di Venerdì 6 febbraio 2015

A CURA DI MORENA MOTTA "Big Snow" ancora in azione. Al mattino neve ancora diffusa al Nord, eccetto su coste del Triveneto e localmente debole sul Piemonte centrale. Molte nubi e piogge al Sud e Sardegna con neve a 500 m sull'isola, tra 700 e 800 m al Sud; piogge e neve a 6/800 m sul medio Adriatico, a bassa quota sul Nord Appennino, meglio altrove al Centro.

NORD: ancora maltempo invernale, per tutto il giorno, con piogge diffuse e nevicate estese fino in pianura, eccetto le pianure prossime alle coste del Triveneto, Friulane e le coste in genere, magari su queste aree localmente neve bagnata; neve debole anche sulle pianure centrali piemontesi.

CENTRO: molto instabile sulla Sardegna, specie Oristanese, con piogge e nevicate a partire dai 400/500 m. Nubi e piogge frequenti anche sul Lazio, sul medio Adriatico, con neve intorno ai 700/800 m, neve a bassa quota su Nord Toscana, meglio altrove con schiarite prevalenti e fenomeni deboli localizzati.

SUD: nubifragi tra Sud Campania, Salernitano e Nord Calabria, Cosentino, con neve forte a 700 m; piogge in estensione alla Lucania , Centro-Nord Puglia, con neve a 7/900 m e piogge su Ovest Sicilia, meglio su Sud Puglia, aree ioniche e sul resto della Sicilia.

Condividi post

Published by Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sez. Vangelo e Meteo
scrivi un commento

Liens