direttastreamingdimichelepappacoda on livestream.com. Broadcast Live Free
RADIO WEB

 

--------------------------- GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net - IL GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINEwww.mikivettica.net nasce da un idea e dalla volontà di Michele Pappacoda che attraverso l'inserimento di news vuole dare spazio a tanti diversabili e non di essere capaci e sentirsi soddisfatti di aver fatto una cosa loro personale in questo caso l'inserimento di news. SPERO CHE TANTI VORRANNO AGGIUNGERSI A QUESTA MIA IDEA E INSERIRE NEWS. CHI VUOLE PUO CONTATTARMI SUI VARI PROFILI FACEBBOK E SUI MIEI GRUPPI. E UNA BELLA IDEA PARTECIPATE!!!!!!!
Segui questo blog
Administration Create my blog

Présentation

  • : GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net
  • GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINE www.mikivettica.net
  • : IL GIORNALINO VETTICA DI AMALFI ONLINEwww.mikivettica.net nasce da un idea e dalla volontà di Michele Pappacoda che attraverso l'inserimento di news vuole dare spazio a tanti diversabili e non di essere capaci e sentirsi soddisfatti di aver fatto una cosa loro personale in questo caso l'inserimento di news. SPERO CHE TANTI VORRANNO AGGIUNGERSI A QUESTA MIA IDEA E INSERIRE NEWS. CHI VUOLE PUO CONTATTARMI SUI VARI PROFILI FACEBBOK E SUI MIEI GRUPPI. E UNA BELLA IDEA PARTECIPATE!!!!!!!
  • Contatti

Profilo

  • www.mikivettica.net

AMALFI

SITO BLOG GESTITO DA DIVERSABILE E ARTICOLI INSERITI DA DIVERSABILI SENZA ALCUN SCOPO DI LUCRO!!!!!!!!!!!!!

Duomo di Amalfi piccolo

DUOMO DI AMALFI

Amalfi Amalfi piccolo

AMALFI PANORAMA

Amalfi con bouganville foto piccola

Costa Amalfi piccolo

Amalfi porto piccolo

Costiera amalfitana piccolo

Recherche

Costiera Amalfitana

images (12)

Atrani-Salerno-Atrani_small.JPG

images (10)-copia-1

 

images (13)-copia-1

images (7)-copia-1

images (9)

images (11)

musica

 

 

21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 16:14

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Vettica Notizie Michele Pappacoda
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 16:05
SANT'ANTIMO E NAPOLI NORD NEWS Lavori sulla strada provinciale Giugliano - Mugnano: traffico in tilt
SANT'ANTIMO E NAPOLI NORD NEWS Lavori sulla strada provinciale Giugliano - Mugnano: traffico in tilt

INSERITO DA ANGELA CECERE Disagi alla circolazione. Traffico deviato nelle zone limitrofe Cede l'asfalto: sprofonda un camion, si apre una voragine VILLARICCA. I lavori di rifacimento del manto stradale sulla strada provinciale Giugliano - Mugnano stanno mettendo a dura prova la viabilità, in particolare tra Giugliano e Villaricca. Sul posto ci sono gli agenti della polizia municipale di Villaricca, che stanno cercando di alleviare i disagi degli automobilisti. Il traffico viene deviato in direzione del quartiere di Santa Maria delle Grazie e verso la zona dell'ospedale di Giugliano. Dalla Circumvallazione esterna, invece, è chiuso l'ingresso in direzione di Giugliano. I lavori dovrebbero terminare nel pomeriggio di oggi, quando è previsto un ritorno alla normalità. Il tratto interessato è quello di competenza del Comune di Villaricca.

Aggiornamento. I lavori sono terminati e la situazione è tornata alla normalità. Nella tarda mattinata, durante le operazioni di rifacimento del manto stradale, un camion che trasportava attrezzature e materiali, è sprofondato in una voragine che si è aperta sul lato ovest della carreggiata, poco distante dalla rotonda della circumvallazione esterna. Per fortuna non si sono registrati danni a persone o a cose.

INTER NAPOLI

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SANT'ANTIMO E NAPOLI NORD NEWS
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 15:50
CASERTA NEWS Caserta, prendono a pugni e rapinano una ragazza: arrestate due baby rapinatrici
CASERTA NEWS Caserta, prendono a pugni e rapinano una ragazza: arrestate due baby rapinatrici

INSERITO DA ANGELA CECERE CASERTA - Hanno preso a pugni e rapinato uan ragazza. Due minorenni rom sono però state individuate e arrestate dai carabinieri. Nei pressi della Stazione ferroviaria di Caserta, una 30enne in attesa di prendere un pullman di linea, veniva avvicinata da due ragazzine che tentavano di strapparle la borsa, non riuscendovi per la pronta reazione della vittima. Per farla desistere le veniva sferrato un pugno al volto, facendola cadere a terra. A quel punto le due rapinatrici si impossessavano del cellulare della vittima, dileguandosi.

Quest’ultima, si vedeva costretta a ricorrere alle cure mediche del caso, ricevendo una prognosi di giorni 3. I carabinieri dell’aliquota operativa della Compagnia di Caserta, avviavano le indagini, che permettevano di identificare in breve tempo, le due ragazze, entrambe minorenni e di etnia rom, raccogliendo a loro carico elementi di colpevolezza, rafforzati dalla vittima che le riconosceva quali autrici della rapina subita.

Infatti i militari dell’Arma, al termine di ulteriori accertamenti procedevano al fermo di indiziato del delitto di rapina di una delle due ragazze ed al deferimento in stato di libertà dell’altra.

IL MATTINO

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in CASERTA NEWS
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 15:40
SALERNO E PROVINCIA NEWS Battipaglia, un fermo per rapina: è caccia al complice
SALERNO E PROVINCIA NEWS Battipaglia, un fermo per rapina: è caccia al complice

INSERITO DA ANGELA CECERE BATTIPAGLIA - Notte movimentata quella appena trascorsa a Battipaglia:nuova rapina ai danni di un supermercato del centro (il DECò del quartiere Sant’Anna) dove, ieri sera, all’ora di chiusura, due giovani a volto coperto e sotto la minaccia di una pistola hanno portato via la cassa. Immediato l’intervento dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Battipaglia, che sono riusciti, nel cuore della notte, ad individuare uno dei responsabili sottoposto a fermo . Nel corso della perquisizione domiciliare sono state rinvenute pistole e refurtiva.
Sono in corso ulteriori approfondimenti per la ricerca del complice e per evidenziare il coinvolgimento del fermato in altre rapine.

IL MATTINO

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SALERNO E PROVINCIA NEWS
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 15:33
BENEVENTO NEWS Benevento, anziana trovata morta in casa
BENEVENTO NEWS Benevento, anziana trovata morta in casa

INSERITO DA ANGELA CECERE A scoprire il cadavere sono stati i vigili del fuoco Una donna, Edda Iannotti, di 79 anni, è stata trovata morta all'interno della propria abitazione in un edificio al quarto piano di via De Longis e Benevento, nei pressi della stazione centrale.
A scoprire il cadavere sono stati i vigili del fuoco allertati da alcuni vicini preoccupati del fatto di non averla vista negli ultimi giorni.
A quanto si appreso la donna, che viveva da sola, sarebbe stata trovata riversa sul pavimento del bagno.

IL MATTINO

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in BENEVENTO NEWS
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 15:28
AVELLINO NEWS Botte da orbi in piazza, fermati in quattro
AVELLINO NEWS Botte da orbi in piazza, fermati in quattro

INSERITO DA ANGELA CECERE Nella scorsa notte, i Carabinieri della Stazione di Lioni, allertati da alcuni cittadini, sono intervenuti nella centralissima piazza del paese, dove quattro giovani della zona, per futili motivi, dopo una accanita discussione avevano iniziato a colpirsi reciprocamente con violenti calci e pugni. I militari, prontamente intervenuti, con un’azione fulminea e determinata sono riusciti a fermare la violenza in atto ed a ristabilire l’ordine, sedando la rissa ed identificandone gli autori.
I quattro, inchiodati alle proprie responsabilità dalle evidenze della flagranza del reato di rissa, sono stati dunque denunciati in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Rosario Cantelmo. Per due di loro che hanno opposto resistenza nei confronti dei militari intervenuti, è scattata anche la denuncia per resistenza a pubblico ufficiale. Un 28enne, oltre che per il reato di rissa, è stato deferito per guida in stato di ebbrezza: prima di prendere parte attiva alla zuffa, veniva notato dai militari giungere sul luogo a bordo della sua auto. I successivi accertamenti riscontravano sul giovane un tasso alcolemico superiore al limite massimo previsto dalla normativa vigente.

IL MATTINO

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in AVELLINO NEWS
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 15:21
CAMPANIA NAPOLI NEWS Napoli, colpi di pistola da una moto in centro: 24enne al Loreto
CAMPANIA NAPOLI NEWS Napoli, colpi di pistola da una moto in centro: 24enne al Loreto

INSERITO DA ANGELA CECERE Una persona è stata ferita con colpi d'arma da fuoco nel centro di Napoli nella tarda serata di ieri.Si tratta di Antonio Grimaldi, di 24 anni, con precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio; è ora ricoverato nell'ospedale Pellegrini. Secondo quanto ha riferito alla polizia, mentre si trovava all'esterno di un pub nella zona dei Quartieri Spagnoli è stato avvicinato da due persone, giunte a bordo di una motocicletta, che, senza dire nulla, hanno sparato tre colpi di pistola uno dei quali lo ha ferito al ginocchio sinistro. La polizia sta verificando il racconto di Grimaldi. Gli agenti non hanno trovato nè tracce di sangue nè bossoli.

IL MATTINO

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in CAMPANIA NAPOLI NEWS
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 15:15
NEWS ITALIA E DAL MONDO METEO, CICLONE 'HOOLIGAN' PORTA PIOGGIA E VENTO NEL NORDEST, PEGGIORA ANCHE AL SUD -PREVISIONI
NEWS ITALIA E DAL MONDO METEO, CICLONE 'HOOLIGAN' PORTA PIOGGIA E VENTO NEL NORDEST, PEGGIORA ANCHE AL SUD -PREVISIONI

INSERITO DA ANGELA CECERE ROMA - Neanche a farlo apposta, il ciclone che si abbatte sull'Italia si chiama Hooligan. Pioggia al Nordovest e Sardegna, ma nel pomeriggio/sera peggiora fortemente anche al Sud. La redazione web del sito www.iLMeteo.it ci comunica che nel corso del pomeriggio e sera arriverà sull'Italia il ciclone Hooligan che porterà un forte peggioramento del tempo su molte regioni.LE PREVISIONI Ma «dai primi di marzo tempo più stabile, soleggiato e anche un po' più mite», dice Antonio Sanò, direttore del sito. Le regioni più colpite dalle piogge che potrebbero assumere anche carattere di nubifragio saranno la Liguria centro-occidentale, il Lazio centrale e meridionale, tutta la Sicilia, la Calabria e la Puglia meridionale; piogge intense su questi settori con temporali, vento sostenuto, possibili mareggiate, locali grandinate e rischio di nubifragio. La neve cadrà abbondante sulle Alpi sopra i 500 metri circa, in Appennino dai 900/1100 metri, a quote più elevate al Sud. Domenica maltempo generale, ma con tendenza a miglioramento al Nordovest ed entro sera anche al Centro e al Sud. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it ci comunica che lunedì Hooligan lascerà l'Italia lasciando dietro di se una residua variabilità, ma è già pronto l'arrivo di una nuova bassa pressione che martedì colpirà il Nordest e il Centro con altra pioggia.

LEGGO.IT

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 15:00
NEWS ITALIA E DAL MONDO CALABRIA Uil, carenze strutture carcere Catanzaro
NEWS ITALIA E DAL MONDO CALABRIA Uil, carenze strutture carcere Catanzaro

INSERITO DA ANGELA CECERE Visita con Barbagallo: automezzi Corpo dovrebbero essere fermati - CATANZARO, "Il carcere di Catanzaro soffre di profonde carenze strutturali ma in Italia si posiziona nella fascia medio alta. Ciò rende l'idea di quale sia la situazione". Così il segretario generale della Uil penitenziaria Eugenio Sarno ha sintetizzato la visita compiuta nella struttura insieme al segretario Uil Carmelo Barbagallo ed a quello della Uil Pa Benedetto Attili. Sarno ha poi denunciato che gli automezzi della Polizia penitenziaria andrebbero fermati: "hanno fatto 300 mila chilometri".

ANSA

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 14:54
NEWS ITALIA E DAL MONDO PUGLIA TARANTO Prosegue protesta indotto Ilva
NEWS ITALIA E DAL MONDO PUGLIA TARANTO Prosegue protesta indotto Ilva

INSERITO DA ANGELA CECERE Ultimatum a commissari, incontro entro il 25 febbraio TARANTO, Autotrasportatori ancora in presidio davanti allo stabilimento (limitati gli approvvigionamenti di materie prime) per protesta contro l'approvazione del decreto al Senato che non tutela i crediti pregressi. Lanciato un nuovo ultimatum chiedendo un incontro ai tre commissari straordinari dell'Ilva entro mercoledì prossimo per ottenere risposte certe. Se non saranno soddisfatti hanno annunciato il blocco totale rifornimenti e una marcia a Roma dei tir da Taranto, Novi Ligure e Marghera.

ANSA

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 14:46
NEWS ITALIA E DAL MONDO TOSCANA GROSSETO Concordia:pm a riesame,arresti Schettino
NEWS ITALIA E DAL MONDO TOSCANA GROSSETO Concordia:pm a riesame,arresti Schettino

INSERITO DA ANGELA CECERE Tribunale disse no. Ma pm ribadiscono,pericolo di fuga è fondato GROSSETO, La procura di Grosseto ha fatto ricorso al riesame per avere l'arresto di Francesco Schettino, per pericolo di fuga. I pm hanno fatto la stessa richiesta al processo sulla Costa Concordia ma i giudici di Grosseto l'hanno respinta ritenendo non provato il pericolo di fuga. "La preoccupazione è fondata",dicono oggi i pm anche dopo che il programma Le Iene si è occupato di un'ipotetica trattativa per portare Schettino all'Isola dei Famosi. Trattativa smentita dallo stesso Schettino.

ANSA

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 14:37
NEWS ITALIA E DAL MONDO SARDEGNA CAGLIARI A 45 anni guida senza patente,denunciato
NEWS ITALIA E DAL MONDO SARDEGNA CAGLIARI A 45 anni guida senza patente,denunciato

INSERITO DA ANGELA CECERE Automobilista di Sestu fermato dai carabinieri a Serdiana - CAGLIARI, Stava guidando un'auto sottoposta a sequestro, con assicurazione falsa e senza aver mai conseguito la patente, a 45 anni. Un automobilista di Sestu è stato denunciato dai carabinieri per guida senza patente, uso di atto falso e guida di veicolo senza assicurazione. L'auto, una Y10, già sequestrata dalla Polizia stradale di Carbonia, è stata nuovamente posta sotto sequestro. L'episodio è avvenuto durante la notte a Serdiana. L'uomo è stato bloccato durante un normale controllo stradale.

ANSA

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 14:29
NEWS ITALIA E DAL MONDO LOMBARDIA PAVIA Ladri si fingono coppia omosessuale
NEWS ITALIA E DAL MONDO LOMBARDIA PAVIA Ladri si fingono coppia omosessuale

INSERITO DA ANGELA CECERE Sono due buttafuori albanesi denunciati per furto MORTARA (PAVIA), Quando, nella tarda serata di ieri i carabinieri di Mortara li hanno sorpresi sul piazzale di un autolavaggio a bordo di una Mercedes, rubata e sfuggita poco prima a un inseguimento, si sono finti una coppia omosessuale appartata in cerca di intimità. I due albanesi, entrambi di 36 anni e buttafuori, si sono abbracciati e scambiati effusioni. Non hanno però convinto i militari che li hanno denunciati per furto.

ANSA

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 14:15
NEWS ITALIA E DAL MONDO SICILIA PALERMO MORTA ELEONORA, LA RAGAZZA 'CON LA CHEMIO NELLA BORSETTA': SCONFITTA A 33 ANNI DA UN TUMORE
NEWS ITALIA E DAL MONDO SICILIA PALERMO MORTA ELEONORA, LA RAGAZZA 'CON LA CHEMIO NELLA BORSETTA': SCONFITTA A 33 ANNI DA UN TUMORE

INSERITO DA ANGELA CECERE PALERMO - Tutti la conoscevano come la ragazza 'con la chemio nella borsetta', si chiamava Eleonora e purtroppo è stata sconfitta dal male che l'aveva colpita. È morta per un tumore che l'ha portata via all'alba di oggi dopo una lunga lotta che Eleonora Letizia Futura Marsala, 33 anni, ha combattuto con tutta se stessa. La giovane un anno fa aveva aperto un blog, chiamato proprio, 'La ragazza con la chemio nella borsetta' in cui raccontava la sua esperienza, la sua lotta contro il tumore che l'aveva colpita qualche anno fa. LA NOTIZIA A dare l'annuncio, su Facebook, è la sorella di Letizia, Valentina Marsala. Che scrive: «Con un dolore enorme scrivo questo post. Sono Valentina la sorella di Ele. Purtroppo non è riuscita a vincere la sua guerra. Ma di sicuro ha vinto in molto altro.Ringrazio tutte le persone che l'hanno sostenuta, anche chi non la conosceva. Non sapete quale miracolo compivate ogni giorno anche con un semplice commento nella sua pagina o nel suo blog. Ciao, amore mio Eleonora». L'ultima volta che Eleonora aveva scritto sul blog era il 31 dicembre scorso, per la fine dell'anno. «Oggi è giorno più triste e al tempo stesso speranzoso di tutto l'anno - scriveva -È arrivato il momento dei bilanci, del guardarsi indietro e soprattutto proiettarsi nel futuro. C'è chi dice che ha avuto un anno meraviglioso, chi dice che ha avuto un anno di merd.... Chi non vuole fare bilanci e chi vuole solo cancellare il passato. Per me quest'anno è stato un anno importante, un anno in più. Chi è malato oncologico sa a cosa mi riferisco». «Allo scoccare della mezzanotte ti guardi indietro tra amarezza e contentezza di essere ancora li, di aver vissuto e concluso, nel bene e nel male, il 2014 - scriveva - Poi ti giri e ti tuffi nel 2015 carica di speranze, di desideri, di progetti, di sogni, di buoni propositi ed ovviamente anche di paure. Io ne ho molti, chissà quanti si avvereranno, sicuramente il primo è quello di stare in buona, o quantomeno discreta, salute, e per questo posso impegnarmi in prima persona con tutte le mie forze come ho sempre fatto. Anche gli altri progetti e desideri sono molto importanti per me e spero di poterli realizzare, ma per alcuni posso solo aspettare perché non dipendono da me... Per le paure... beh, ho poco da fare... posso solo contrastarle con le mie strategie e sperare che rimangano solo paure». E ha ricordato: «Durante quest'anno ho perso molto, Ho perso un po' di chili (che non guasta mai :D); Ho perso parti del mio corpo per me molto importanti; Ho perso alcuni sogni, che fino a qualche mese fa potevo permettermi di fare, ma adesso ho perso anche questo; Ho perso un po di forza e di energia». Sui social la morte di Eleonora 'la ragazza con la chemio nella borsetta' è stata salutata con centinaia di messaggi di lutto.

LEGGO.IT

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in NEWS ITALIA E DAL MONDO
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 12:44
PRIMO PIANO E ANTEPRIMA TORINO VIOLENTATA A 13 ANNI DAI COMPAGNI DI SCUOLA: "SE PARLI MOSTRIAMO IL VIDEO AI TUOI GENITORI"
PRIMO PIANO E ANTEPRIMA TORINO VIOLENTATA A 13 ANNI DAI COMPAGNI DI SCUOLA: "SE PARLI MOSTRIAMO IL VIDEO AI TUOI GENITORI"

INSERITO DA ANGELA CECERE TORINO - Un gruppo di minorenni ha prima violentato una compagna di scuola di 13 anni in un garage abbandonato nel torinese, e poi l'ha costretta al silenzio con la minaccia che foto e video di quell'orrore venissero mostrate ai genitori. Protagonista di questa drammatica vicenda, raccontata dalla Stampa in edicola oggi, una tredicenne. Per mesi è stata costretta a subire ogni tipo di umiliazione dai baby-stupratori, suoi coetanei. Fino a quando si è ribellata e per vendetta il branco ha spedito una foto alla madre, che ha denunciato tutto alla polizia. Una storia di violenza e di degrado. «Tutti nel quartiere conoscevamo questa storia», racconta al quotidiano torinese uno studente della scuola frequentata dalla ragazzina e dai suoi stupratori. «Sembrava una cosa normale - aggiunge - non avevamo capito che le avevano fatto dei video e la stavano ricattando». La polizia ha sequestrato telefoni e computer: nella banda del garage sarebbero pochi quelli che hanno compiuto quattordici anni. La loro vittima ha cambiato scuola. «È un fatto gravissimo - è il commento del preside - che adesso rischia di creare pregiudizi nei confronti di un quartiere che sta cercando di uscire dall'isolamento».

LEGGO.IT

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in PRIMO PIANO E ANTEPRIMA
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 12:29
SEZ.RICETTE Pasta Sfoglia Rettangolare A CURA DI ANGELA CECERE
SEZ.RICETTE Pasta Sfoglia Rettangolare A CURA DI ANGELA CECERE

A CURA DI ANGELA CECERE

  • La Sfoglia Rettangolare:
  • - i suoi 196 strati di sfoglia ti permettono di farcirla come più ti piace per un risultato perfetto, sempre friabile e croccante.
  • - puoi realizzare piatti dolci e salati.
  • - Ideale per i tuoi strudel, per primi o secondi piatti in crosta e per deliziosi aperitivi.
  • - la nostra qualità: senza coloranti, conservanti e grassi idrogenati

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SEZIONE RICETTE
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 12:25
ALMANACCO DEL GIORRNO ALMANACCO DEL 21.02.2015 A CURA DI ANGELA CECEREALMANACCO DEL GIORRNO ALMANACCO DEL 21.02.2015 A CURA DI ANGELA CECERE
ALMANACCO DEL GIORRNO ALMANACCO DEL 21.02.2015 A CURA DI ANGELA CECERE

A CURA DI ANGELA CECERE

S. ELEONORA reg.

S. Pier Damiani card. dott.
S. Felice vesc
.

"Se il villan guarda la luna, di cento cose non ne fa una"

Etimologia:
Carattere:
Numero fortunato:

Sei dotato di grande sensibilità, le tue intuizioni sono acute e i tuoi pensieri molto profondi ma spesso, per timidezza e per paura di non essere capito, non permetti agli altri di conoscere quel che davvero passa nel tuo cuore. Nel lavoro troppo spesso ti chiudi in te stesso ed assumi un atteggiamento rinunciatario: è davvero un peccato, perché con un po' di determinazione in più potresti farti valere e ottenere la considerazione che meriti. Anche in amore cerca di non arrenderti troppo facilmente. C'è qualcuno, che potrebbe farti felice, che aspetta solo un tuo gesto.

"Il 20 febbraio 1909 con il "Manifesto" di Filippo Tommaso Marinetti, pubblicato in francese sul quotidiano parigino Le Figaro, nasce ufficialmente il movimento culturale del Futurismo."

Niccolò Copernico - 1473
Anaïs Nin - 1903
Nina Simone - 1935
William Baldwin - 1963

Medicina
Una vera e propria rivoluzione delle conoscenze mediche, che sarà successivamente sviluppata da Marcello Malpighi, è la scoperta della circolazione del sangue. Nell'anno 1628 l'inglese William Harvey, laureatosi in medicina in Italia a Padova, pubblica il suo trattato "De motu cordis et sanguinis in animalibus", che contiene appunto questa preziosa scoperta. Dopo attenti studi, il medico effettua la prima distinzione tra sangue venoso e quello arterioso, e realizza poi che il sangue esce dal ventricolo destro del cuore, arriva ai polmoni, torna nel ventricolo sinistro e da qui giunge ad irrorare l'organismo. Un altro merito di Harvey è quello di aver individuato la funzione delle valvole cardiache.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in ALMANACCO DEL GIORNO
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 12:23
PRIMO PIANO E ANTEPRIMA LONDRA INCONTRA IL PADRE BIOLOGICO, LUI LA VIOLENTA E LA METTE INCINTA: "MI CHIAMAVA MOGLIE"
PRIMO PIANO E ANTEPRIMA LONDRA INCONTRA IL PADRE BIOLOGICO, LUI LA VIOLENTA E LA METTE INCINTA: "MI CHIAMAVA MOGLIE"

INSERITO DA ANGELA CECERE LONDRA - Hollie Davey, 26enne inglese, ha avuto davvero una infanzia difficile. All'età di 13 anni - dopo aver scoperto di essere stata adottata - incontra il padre biologico, che la costringe a indossare un vestito da sposa e la violenta. Mettendola incinta. Accade ad Essex, in Inghilterra. Come riporta il Mirror, quando Hollie compie 13 anni scopre la verità: i suoi genitori non sono quelli naturali,è stata adottata.

La ragazza va su tutte le furie e una volta saputo che la madre biologica era morta, si mette alla ricerca del padre Paul. L'incontro con l'uomo però non va come lei avrebbe desiderato e da quel momento inizia il calvario. "Quando mi ha aperto la porta - racconta Hollie - e ha capito chi fossi sembrava felice e mi ha chiesto di restare a vivere con lui. Io ero al settimo cielo". Ma dopo poco tempo le cose cambiano: "Ha iniziato ad accarezzarmi i capelli in modo strano e mi ha chiesto di giocare a mammina e papino. Poi mi ha fatto mettere un vestito da sposa e ha iniziato a molestarmi. Mi chiamava la sua figlia speciale. Infine mi ha portata con l'auto in un posto appartato e mi ha violentato". Da quel momento Hollie ha vissuto in trappola. "Mi sentivo soffocare, ha perfino voluto che indossassi una fede come fossi sua moglie". Dopo qualche tempo Hollie resta incinta e suo padre la fa abortire in casa con una bottiglia. Ma a causa di un'emorragia è poi costretto a portarla in ospedale: "Avrei voluto urlare ai medici quello che mi era accaduto, ma ero annientata". A 15 anni Hollie resta incinta di nuovo, ma questa volta riesce a scappare dalla casa dell'orrore. Dà alla luce il bambino che viene affidato ai servizi sociali e entra al college. Cambiando finalmente vita. Dopo qualche tempo Hollie si rende conto che suo padre è giusto che paghi per il male che le ha fatto e lo denuncia. Il padre pedofilo è statocondannato a 16 anni. "Ha rovinato la mia infanzia - conclude - ma oggi ho tre bambini, sono di nuovo in contatto con la mia famiglia adottiva e sono felice".

LEGGO.IT

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in PRIMO PIANO E ANTEPRIMA
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 11:42
SEZ. VANGELO E METEO IL METEO DEL 21.02.2015. A CURA DI ANGELA CECERE VIDEO
SEZ. VANGELO E METEO IL METEO DEL 21.02.2015. A CURA DI ANGELA CECERE VIDEO

A CURA DI ANGELA CECERE Tendenza a maltempo generale su tutta Italia per l'arrivodel Ciclone "Hooligan" . In giornata avremo piogge sempre più intense al Nord, aree tirreniche e Sardegna. Ma sarà nella sera-notte che arriverà il maltempo severo, con rischio nubifragi sul medio e basso Tirreno, Sicilia e aree ioniche, piogge forti al Nordovest e neve in collina al Nord.

NORD: tempo in peggioramento con piogge dal Nordovest in estensione verso il Nordest entro sera. Fenomeni localmente forti specie la sera su alto Piemonte, Nordovest Lombardia e Liguria. Neve copiosa sui rilievi dai 400/500 m ma fino a bassa quota su Ovest Piemonte, anche localmente in pianura o mista sul Cuneese e Sud Torinese.

CENTRO: dapprima piogge sulla Sardegna, poi in estensione alle regioni tirreniche e piogge un po' ovunque entro sera, meno tra Sud Marche e Abruzzo. La sera-notte maltempo forte su Centrosud Lazio, area pontina, Frusinate. Venti impetuosi da Sud. Neve tra 900 e 1300 metri.

SUD: al mattino, nubi e qualche pioggia sulla Sicilia, nubi irregolari ma scarsi fenomeni anche su Campania e Calabria, Ovest Lucania, ampio soleggiamento altrove. Nel corso del pomeriggio le nubi si estendono a tutte le regioni con piogge in intensificazione sulla Sicilia, piovaschi sulle aree tirreniche. In serata maltempo intenso sulla Sicilia con rischio di nubifragi diffusi, poi maltempo forte verso la Calabria, specie ionica, e anche sulla Campania la notte con temporali e rischio di nubifragi. Maltempo e piogge ovunque nella notte. Neve sui 1300/1600 metri.

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sez. Vangelo e Meteo
scrivi un commento
21 febbraio 2015 6 21 /02 /febbraio /2015 11:31
SEZ. VANGELO E METEO IL VANGELO DEL 21.02.2015. A CURA DI ANGELA CECERE
SEZ. VANGELO E METEO IL VANGELO DEL 21.02.2015. A CURA DI ANGELA CECERE
A CURA DI ANGELA CECERE B. Maria Enrica Dominici, madre superiora (1829-1894) Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 3,1-6.
Entrò di nuovo nella sinagoga. C'era un uomo che aveva una mano inaridita,
e lo osservavano per vedere se lo guariva in giorno di sabato per poi accusarlo.
Egli disse all'uomo che aveva la mano inaridita: «Mettiti nel mezzo!».
Poi domandò loro: «E' lecito in giorno di sabato fare il bene o il male, salvare una vita o toglierla?».
Ma essi tacevano. E guardandoli tutt'intorno con indignazione, rattristato per la durezza dei loro cuori, disse a quell'uomo: «Stendi la mano!». La stese e la sua mano fu risanata.
E i farisei uscirono subito con gli erodiani e tennero consiglio contro di lui per farlo morire.

21.02.2015.

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sez. Vangelo e Meteo
scrivi un commento
20 febbraio 2015 5 20 /02 /febbraio /2015 16:22
SEZ.VARIE NEWS Droga, al l Vaticano, Lo ha denunciato l'avvocato Gian Piero Milano

La piaga del traffico di droga non ha risparmiato nemmeno il Vaticano."Tentativi isolati" all'ombra del Cupolone che sono stati "neutralizzati sul nascere". Lo ha denunciato l'avvocato Gian Piero Milano, il pg del Vaticano, aprendo l'Anno giudiziario presso il Tribunale dello Stato della Città del Vaticano.

Il pg vaticano ha spiegato che la fruttuosa collaborazione tra le forze di polizia del Vaticano con i corpi di polizia di altri Stati ha aiutato "nella repressione di gravi reati, come quello del traffico internazionale delle sostanze stupefacenti che, purtroppo, non ha lasciato indenne il nostro piccolo Stato, teatro di isolati tentativi - neutralizzati sul nascere - posti in essere, con modalità insolite, da trafficanti senza scrupoli".

Nel dettaglio, il pg Milano ha ricordato "l' apprezzato impegno della Gendarmeria nel 2014" relativo al "monitoraggio del traffico di droga da Stati esteri verso lo Stato vaticano, in particolare tre spedizioni. In un caso specifico è stata effettuata una consegna controllata della sostanza stupefacente, che transitava attraverso uno stato comunitario. L'improvvida divulgazione della notizia da parte di un quotidiano straniero ha reso vana l'operazione congiunta tra forze di polizia di diverse nazionalità, non essendosi presentato alcuno per il ritiro del plico contenente la sostanza stupefacente".

L'avvocato Milano ha anche reso noto che due delicati casi di "differente gravità" di detenzione di materiale pedopornograficosono emersi dall'attività investigativa in Vaticano. Nel dettaglio, il pg vaticano ha puntato l'attenzione sull' "attività di analisi forense ed info-investigativa soprattutto di carattere informatico, per due delicati casi - di differente gravità - di detenzione di materiale pedopornografico".

Una vera e propria minaccia quella dei reati via web, ha denunciato Milano: "Molte condotte delittuose oggi si consumano attraverso le vie telematiche; di qui l'importanza delle intercettazioni di comunicazioni come strumento di indagine imprescindibile".

fonte:http://www.adnkronos.com

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SEZ. VARIE NEWS
scrivi un commento
20 febbraio 2015 5 20 /02 /febbraio /2015 16:20
SEZ.POLITICA Gli uomini sono già troppo indebitati, crescono i prestiti alle donne

Gli uomini di casa sono ormai troppo indebitati. E allora sono sempre più le donne a chiedere e ottenere prestiti. E' la nuova tendenza nel settore del credito che segnala all'Adnkronos Carmine Evangelista, amministratore delegato di Az Holding, società che fornisce supporto ai processi decisionali assicurativi, creditizi, bancari, legali ed aziendali. Il manager descrive così un altro aspetto della crisi anticipando l'andamento che sarà disegnato dai numeri del prossimo rapporto di marzo dell'Osservatorio Statistico. "Il marito, il padre è spesso già pesantemente indebitato - spiega Evangelista disegnando un trend in salita dal 28,6% del 2011 al 32,7% del 2014 - l'unica che può chiedere il prestito è la donna, moglie, madre o addirittura la nonna. Sono un pilastro della famiglia". Il reddito femminile "è mediamente inferiore" e questo spiega anche in parte "l'aumento di sette punti dei prestiti concessi a chi guadagna meno di mille euro al mese".

Di positivo, se così possiamo dire, c'è che "questo risultato è in parte indice di una maggiore partecipazione al lavoro delle donneperché molti dei prestiti vengono concessi con la cessione del quinto dello stipendio".

Sempre più prestiti 'in rosa', dunque. Ma crescono anche quelli concessi a immigrati, 17,2% dell'anno scorso contro il 15,1% del 2011, e ai giovani sotto i quarant'anni. "Parliamo di tre punti in più - spiega Evangelista - gli under40 fanno parte di una popolazione più a rischio dal punto di vista reddituale perché coinvolta all'interno di lavori meno stabili. Sono a Partita Iva, a progetto, occasionali. Non è detto che abbiano un reddito più basso, solo più precari".

Ci sono più debiti al Nord che al Centro. I numeri parlano chiaro. Al Nord sono pari al 60%, al Centro siamo al 23% e 17% al Sud. "Soprattutto l'area Nord Est ha molto sofferto con la chiusura delle piccole e medie imprese, il fatto che ci siano state tante 'serrate' e quindi tanti fallimenti si è inevitabilmente riflesso sul lato occupazione". In pratica chi aveva un lavoro, avendolo perso, si è dovuto indebitare e, spiega Evangelista, "ha fatto più fatica a rimborsare i prestiti che aveva in corso".

Sempre una donna è protagonista di una sentenza che è stata definita "storica" perché è stato applicato per la prima volta in Lombardia uno dei primi 'Piani del consumatore' in Italia. Nei giorni scorsi il tribunale di Busto Arsizio ha ridotto il debito da 86mila a 11mila euro di una cartella esattoriale di Equitalia di una signora 53enne cassaintegrata.

Applicando quanto stabilito dalla legge 3 del 2012 e secondo il principio della 'Composizione della crisi da sovraindebitamento', il tribunale ha stabilito che dovrà pagare l'87% in meno. L'importo è stato individuato in base alle attuali possibilità economiche della debitrice.

“L’obiettivo della legge – dice l’avvocato della signora Pasquale Lacalandra – è quello di dare l’opportunità ai debitori che si trovano in situazioni critiche di riacquistare un ruolo attivo nell’economia e nella società, senza restare schiacciati dal carico dell’indebitamento preesistente". E’ importante però, spiega il legale Lacalandra, "valutare attentamente le condizioni per poter accedere alla procedura, dato che il Tribunale competente, dovrà esaminare sia la fattibilità del piano" sia "la meritevolezza del debitore”.

Pur essendo contento della sentenza, segno del fatto che "si muove qualcosa" il vicepresidente di Konsumer Italia, Marco Recchi mette l'accento sul fatto che "è evidente che la legge non funziona". In Italia abbiamo fatto una "norma particolarmente complessa e rigida", accusa Recchi, "che è servita solo a mettersi a posto con le istituzioni europee".

"In più di due anni ha prodotto solo episodi sporadici di provvedimenti giudiziari - conclude Recchi - Di fronte a una crisi drammatica del Paese, tre e quattro sentenze non bastano. Il fatto che siano così poche in un periodo di crisi così lungo come è quello che stiamo attraversando e i tanti casi di disperazione di piccoli imprenditori, prova che la legge è troppo complessa e non funziona".

fonte:http://www.adnkronos.com/

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SEZ.POLITICA
scrivi un commento
20 febbraio 2015 5 20 /02 /febbraio /2015 16:18
SEZ. POLITICA Charlie Hebdo, a più di un mese dalla strage

Il peggior incubo del terrore si è concretizzato un mese fa: con le stragi di Charlie Hebdo e quella dell'Hyper Kocher che hanno terrorozzato Parigi fra il 7 e il 9 gennaio e lasciato per terra 12 morti.

Dopo la reazione a caldo della Francia - due milioni di persone in piazza e i leader mondiali schierati uno al fianco dell'altro - e della redazione di Charlie Hebdo, che ha fatto uscire il giornale dopo che una parte della redazione era stata uccisa, il comprensibile momento di elaborazione di quanto è successo. La redazione di Charlie Hebdo si è fermata e il prossimo non sarà nelle edicole prima del 25 febbraio.

LE TRE GIORNATE DI TERRORE
Il commando che ha terrorizzato la Francia per oltre due giorni era composto da elementi che si rivendicano di al Qaida e dello Stato islamico, uniti nel comune obiettivo di fare strage tra gli "infedeli". I fratelli Kouachi, secondo le parole dello stesso Chérif in una telefonata a un'emittente francese durante l'assedio di Dammartin, agivano "per conto di al Qaida", in particolare del ramo yemenita-saudita l'Aqap. Sono stati finanziati "da Anwar Awlaki", l'imam radicale ucciso in Yemen nel 2011 che Cherif incontrò prima della morte in Yemen. Il collegamento tra i due terroristi e il network del terrore erano già emersi con forza in questi giorni. Loro stessi, nel corso del tragico blitz contro la sede di Charlie Hebdo, avevano gridato "siamo di al Qaida in Yemen". E Charb, il direttore della rivista, era finito nella wanted list di al Qaida sin dal 2013.

Dopo il massacro di Parigi i siti jihadisti hanno ripubblicato il manifesto di morte, con una x rossa su Charb, il ringraziamento ai due fratelli e il sinistro richiamo proprio ad Awlaki, con la sua famigerata frase "The Dust will never settle down", le acque non si calmeranno, titolo di uno dei più violenti discorsi dell'imam americano-yemenita. Solo tre anni prima, nel 2010, Awlaki aveva trattato il tema delle vignette "blasfeme" contro Maometto nel primo numero di Inspire, il magazine fondato dall'imam e gestito dall'Aqap. Gli autori delle vignette dovevano "essere giustiziati".

Nel 2012 poi, l'intero staff di Charlie Hebdo era stato dichiarato un "obiettivo" dal portavoce americano di al Qaida, Adam Yahiye Gadahn. Due giorni fa la strage di Parigi. Ai due fratelli, che hanno agito come un commando militare, segno del fatto che erano ben addestrati, si aggiunge Amedy Coulibaly. E' un antico sodale di Chérif, che conobbe in carcere nel 2005. E tutti e tre aderiscono alla 'filiera delle Buttes Chaumont', il parco che sorge nel 19/o arrondissement di Parigi, considerata una 'maxi-cellula' del terrorismo di matrice islamica.

Coulibaly e i due fratelli si dividono i compiti: "A loro Charlie Hebdo, a me i poliziotti", ha detto il terrorista, anche lui in una telefonata all'emittente BFM.

Prima Coulibaly ha ucciso una agente di polizia, poi si è dato alla fuga. Mentre le forze speciali assediavano i fratelli nella tipografia di Dammartin, ha fatto irruzione in un negozio kosher a Parigi. "Liberate i fratelli Kouachi e non fate assalti o ucciderò tutti gli ostaggi": ha detto nel corso della giornata agli agenti che trattavano la sua resa. Dopo il blitz delle forze speciali e la morte dei tre terroristi, i sostenitori di al Qaida e dell'Isis sono tornati a unirsi sui social network. Hanno lanciato l'hashtag "#jesuiskoauchi" e celebrano il martirio dei "leoni di Francia". Altri lanciano terribili parole d'ordine: "Questo è solo l'inizio, i crociati si preparino a giorni ancora peggiori".

fonte:Ansa

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in SEZ.POLITICA
scrivi un commento
20 febbraio 2015 5 20 /02 /febbraio /2015 16:16
SPORT NEWS E SPORT LOCALE LA SALERNITANA PREPARA LA GARA COL FOGGIA,NEGRO VERSO IL FORFAIT. PESTRIN IN FORSE

Negro verso il forfait, Pestrin ancora in forse. Due problemi di non poco conto scandiscono la vigilia della gara tra Salernitana e Foggia. Menichini, non è suo stile, non si dispera ma intanto riflette ben sapendo che contro i dauni di De Zerbi giocherà a specchio pur con le dovute differenze. Sarà, allora, “4-3-3” contro “4-3-3” con le dovute e necessarie differenze. Ovvio che se dovessero mancare all'appello entrambi gli infortunati, la Salernitana potrebbe risentirne e neanche poco perchè Negro, tra tutti gli esterni a disposizione di Menichini è quello che vede di più la porta e lo testimoniano i gol fatti, in particolare l'ultimo a Melfi, e perchè Pestrin resta, a prescindere dall'età, il vero leader della squadra, il faro del centrocampo. Ad oggi il borsino sanitario dà in rialzo le quotazioni del capitano, in ribasso quelle dell'esterno. Pronti Bovo con Moro che scalerebbe al centro del reparto mediano a scandire tempi di gioco e Gabionetta in attacco pronto, si spera, ad accendere finalmente la lampada del suo genio calcistico. In attacco si ritornerà all'antico, con Calil vertice avanzato. Mendicino ritornerà in panchina non senza qualche mugugno. A Melfi, è vero, l'attaccante milanese non è andato a segno ma è un caso che con lui in campo gli esterni, in modo particolare Nalini, si siano espressi meglio? E' questo l'antico dilemma della Salernitana, eternamente sospesa tra un attaccante prolifico come Calil che però centravanti non è, e una punta vera come Mendicino che, però, da tempo ha smarrito la via del gol. Menichini più volte ha fatto capire in maniera esplicita che l'uno esclude l'altro non volendo rinunciare a priori ad un centrocampo più folto e così, rientrando Calil dalla squalifica Mendicino si riaccomoderà in panchina pronto alla bisogna. articolo inserito dal salernitana club costiera amalfitana fonte tv oggi salerno

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sport News e Sport locale
scrivi un commento
20 febbraio 2015 5 20 /02 /febbraio /2015 16:16
SPORT NEWS E SPORT LOCALE Terzo pareggio consecutivo per la Juve Stabia. Pancaro: «Se non ci svegliamo buttiamo al vento sette mesi di lavoro»

Qualche problema c’è, inutile nascondersi e nasconderlo. La Juve Stabia ha smesso di brillare e getta al vento una grande opportunità, perché battere la Reggina era nelle capacità della squadra di Pancaro che però non è mai sembrata in partita. Juve Stabia al terzo pareggio consecutivo e con la vittoria che manca dal 24 gennaio. Pochi palloni giocabili per un tridente apparso poco ispirato, isolato e lasciato al proprio destino lì davanti, dove palloni giocabili ne arrivano col contagocce e le occasioni stentano ad arrivare. La Reggina gioca un ottimo primo tempo, è padrona del campo e con uno strepitoso Zibert che fa diga davanti alla propria difesa ferma tutte le ripartenza di una Juve Stabia imbambolata che sta a guardare senza riuscire a reagire. Masini spreca prima clamorosamente un colpo di testa mandando alto (20’) e poi si vedere spingere una conclusione da Migliorini che scatena le proteste degli amaranto per un presunto tocco con la mano (35’). Qualcosa inizia a cambiare nella ripresa perché i padroni di casa sembrano non averne più nelle gambe. Pancaro si gioca la carta Ripa e la Juve Stabia inizia a salire di tono. La Reggina si fa schiacciare nella propria metà campo ma riesce a gestire il tutto con grande attenzione, rischiando solo in qualche occasione per un paio di uscite disastrose di Kovacsik subentrato all’infortunato Belardi. Di Carrozza l’unica vera conclusione della Juve Stabia terminata sull’esterno della rete (23’), poi lo sforzo per la pressione offensiva non produce gli effetti sperati e l’espulsione per doppio giallo di Cancellotti torna a complicare la situazione. La Reggina torna a prendere coraggio sfruttando la superiorità numerica, ma la Juve Stabia in una giornata “no” dal punto di vista del gioco è baciata dalla fortuna. Poco prima del recupero, Masini colpisce la traversa con un colpo di testa, sulla ribattuta si avventa Viola che in semirovesciata è costretto ad arrendersi al miracolo di Pisseri, che con la punta delle dita spedisce la sfera ancora una volta sul legno. Parata strepitosa che salva una Juve Stabia non al meglio della condizione e che vorrà riprendere la sua corsa già dal derby contro la Paganese. A fine partita molto amareggiato il tecnico Pancaro: «Mi assumo la responsabilità per l’approccio della squadra, vuol dire che non sono stato bravo a far capire ai ragazzi l’importanza di questa partita. Sapevo che non sarebbe stata una gara facile, i risultati recenti dimostrano che la Reggina non è più la formazione di tre mesi fa che regala punti a tutti e neanche questo va bene, ma in questo caso ribadisco che la responsabilità è del sottoscritto. Se non ci diamo una svegliata, rischiamo di buttare al vento il lavoro di sette mesi e sarebbe un peccato. Non posso essere soddisfatto di un pareggio, il sottoscritto è soddisfatto solo quando si vince». Infine, l’allenatore commenta la scena del post partita, quando i tifosi hanno chiamato a raccolta la squadra: «Loro sono lo zoccolo duro del tifo, ci tengono tantissimo alla causa e ci hanno chiesto di dare di più». (Francesco D’Antoni – Il Mattino)

Condividi post

INSERITO DA MICHELE PAPPACODA TITOLARE Di Michele Pappacoda mjcheva@live.it - in Sport News e Sport locale
scrivi un commento